• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Sab12142019

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Attualità Tutte le Notizie Campania Su rifiuti e trasporti la Comunità Montana Ufita stronca Caldoro

Su rifiuti e trasporti la Comunità Montana Ufita stronca Caldoro

cmu_185x115
ARIANO IRPINO (AV) - La Comunità montana dell'Ufita scende in campo al fianco delle collettività locali. L'Esecutivo guidato da Oreste Ciasullo prende posizione su due delicate vertenze che stanno interessando il territorio di competenza dell'ente: i rifiuti ed i trasporti. La Giunta ha assunto, nel corso dell'ultima seduta, due importanti delibere per esprimere dissenso nei confronti della "regionalizzazione" del ciclo integrato dei rifiuti e dello stato di abbandono in cui versano i trasporti lungo la statale delle Puglie. "I provvedimenti dimostrano, ancora una volta,

l'attenzione dell'ente alle problematiche del territorio e alle esigenze delle comunità della zona - recita un comunicato dell'Ente -. Le delibere non rappresentano una semplice manifestazione di dissenso, evidenziano, invece, la necessità di fare voti alla Regione Campania ed all'azienda di trasporti, affinché tengano nella debita considerazione le necessità di migliaia di persone costrette già a convivere con le difficoltà legate agli aspetti orografico e climatico del territorio e ai problematici collegamenti tra i comuni e con i centri più grandi della Campania e della vicina Puglia". Per questo, il presidente Ciasullo e gli assessori Francesco Calò, Antonio Consalvo, Carmine Di Giorgio e Raffaele Fabiano hanno concordato sulla necessità di prendere una posizione chiara ed inequivocabile al fianco dei cittadini e delle amministrazioni locali. Sul versante rifiuti - che è la questione su cui resta alta l'attenzione dell'opinione pubblica - l'Esecutivo dell'ente ufitano sottolinea che è necessario "elevare protesta e manifestare dissenso per le sciagurate scelte legislative con cui si cerca di regionalizzare lo smaltimento dei rifiuti, aggirando, nella sostanza e nei fatti, le norme, ben più coerenti, che hanno disciplinato la provincializzazione dello smaltimento dei rifiuti, a totale deterioramento delle zone interne, che vedono, ancora una volta, rinviato il decollo economico e produttivo, a tutto vantaggio della città capoluogo e del suo territorio metropolitano". La Giunta va pure oltre e ribadisce che "non tollererà l'individuazione, costruzione e realizzazione di nuove discariche e, meno ancora, l'ampliamento degli attuali sversatoi". Per questo, "fa voti al Governatore Stefano Caldoro, alla Giunta regionale ed al consiglio di palazzo Santa Lucia perché la norma possa essere oggetto di riesame e riconsiderazione per evitare che un territorio già martoriato possa definitivamente evitare di soccombere a tutela delle esigenze del comune di Napoli e del suo territorio metropolitano". Non meno importante, la presa di posizione assunta a seguito della scelta di depotenziare i collegamenti pubblici lungo la strada statale delle Puglie, soprattutto da e verso la città di Foggia. L'Esecutivo ha ritenuto necessario di "fare voti all'Air - Autoservizi Irpini perchè voglia ripristinare un servizio di autobus che possa consentire all'utenza di raggiungere la città di Foggia, privilegiando orari che siano coerenti con le reali esigenze dell'utenza" e "rivolgere un appello al Direttore generale dell'Air perché la richiesta possa trovare accoglimento e realizzazione". La Comunità montana dell'Ufita si dimostra, dunque, ancora una volta, vero e proprio punto di riferimento del territorio e cardine delle politiche di sviluppo della vasta area dell'arianese e della Baronia. Dopo l'importante boccata di ossigeno all'occupazione - con l'assunzione a tempo determinato di 227 lavoratori forestali - ed i numerosi progetti che stanno consentendo la realizzazione di interventi importanti per le comunità locali, l'Esecutivo guidato da Ciasullo assume un ruolo di guida e di coordinamento anche nell'ambito delle politiche territoriali. La Comunità montana dell'Ufita smentisce con forza, se ancora ce ne fosse bisogno, tutti coloro che hanno sempre giudicato inutili gli enti come quelli sovracomunali montani. "Stiamo dimostrando - evidenzia il presidente Oreste Ciasullo - di avere un ruolo cruciale e fondamentale per il territorio e ci stiamo spendendo, con tutte le energie a disposizione, per evitare l'ennesima sopraffazione ai danni di questa zona. Il nostro obiettivo principale è quello di promuovere politiche di sviluppo per assicurare un'occasione di rilancio che non può non poggiare le basi sull'impegno degli amministratori locali".

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna