• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Lun10262020

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Attualità Tutte le Notizie Italia ABOLIZIONE TRIBUNALI. SANT'ANGELO DIFENDE IL SUO PRESIDIO DI LEGALITA'

ABOLIZIONE TRIBUNALI. SANT'ANGELO DIFENDE IL SUO PRESIDIO DI LEGALITA'

LEGGE_UGUALE_PER_TUTTI_185X115
michele_forte_300
bruno_salzarulo_300
SANT'ANGELO DEI LOMBARDI (AV) - L'Amministrazione Comunale, di concerto con gli Avvocati del Foro del Tribunale di Sant'Angelo dei Lombardi, comunica che venerdì 14/10/2011 alle ore 10,30 presso l'aula magna del Tribunale si terrà una manifestazione pubblica a sostegno della permanenza degli uffici giudiziari del circondario in cui sono state invitate tutte le autorità civili, religiose e militari e la popolazione. Le recenti novità legislative introdotte dalla legge n° 148/2011 lasciano perplessi e preoccupati gli Avvocati ed i Sindaci del Circondario che si sono sempre battuti per la
 difesa delle Istituzioni locali e dei Cittadini. Con questa manifestazione pubblica non si intende escludere l'utilità di modificare la geografia giudiziaria, per rendere più efficiente il <servizio giustizia>. Ben diversa è la riduzione dei Tribunali e delle relative Procure che, sono solo 165, per cui occorre operare con logiche non ragionieristiche ma valutando di volta in volta l'importanza che tali istituzioni rappresentano per la vita di un territorio.
Con riferimento specifico al circondario di Sant'Angelo non sussistono le motivazioni poste a sostegno della predetta legge, ovvero un risparmio per le spese dello Stato, in quanto il Palazzo di Giustizia è di proprietà comunale e gran parte delle spese di manutenzione sono a suo carico. Inoltre, come emerge da relazioni del Ministero della Giustizia, del C.S.M, il Tribunale e la Procura hanno notevolmente ridotto tutte le spese negli ultimi anni, come ad esempio quelle relative alle intercettazioni ed alle consulenze.
Il C.S.M., con delibera del 13.1.2010 sulle modifiche della geografia giudiziaria evidenziava come "un indice di adeguatezza della distribuzione del servizio basato soltanto sulla popolazione .....può portare a conclusioni forvianti", sicché occorreva tener conto anche di altri elementi quali: la vastità e le caratteristiche del territorio, le esigenze di giustizia della popolazione, il carico di lavoro, la presenza della criminalità organizzata e di importanti insediamenti industriali.
Le principali ragioni per cui è necessario garantire la "permanenza" del Tribunale e Procura della Repubblica di Sant'Angelo dei Lombardi :
1. Radicamento sul territorio. Quest'anno cade il 150° anniversario della istituzione del Circondario di Sant'Angelo dei Lombardi. Con Regio Decreto del 20.11. 1861 n. 329 venne istituito il Tribunale e la Procura di Sant'Angelo dei Lombardi che da allora sono stati un preciso riferimento per l'amministrazione della giustizia in Irpinia. L'anniversario verrà celebrato nell'ambito delle manifestazioni sull'Unità d'Italia. Nel disegno complessivo che ispirava il citato Regio Decreto, il predetto circondario risultava baricentrico ad un territorio vastissimo che si propagava nelle province di Avellino, Salerno, Potenza e Foggia; comprendeva 36 comuni, di cui otto, nella prima metà del Novecento passarono nella provincia di Foggia. Il Castello dei principi Imperiale è stata sede del Tribunale, fino a quando nel 1977 ne fu inaugurata una nuova, andata distrutta a seguito del terribile terremoto del'80, trovando definitiva collocazione in una struttura moderna e funzionale inaugurata, di recente, nel novembre 2006.
2. Aspetto Logistico e funzionale del Palazzo di Giustizia. Il Palazzo di Giustizia è composto da 4 corpi di fabbrica, si sviluppa fino a 5 piani ed è dotato di moderne e funzionali aule di udienze e di ampie stanze, tra cui quattro attrezzate per la celebrazione dei processi penali, un'aula magna, una moderna sala multimediale per la formazione, una sala intercettazione tra le più moderne e tecnologicamente avanzate, Front-Office (sportelli aperti al pubblico ). Inoltre tutte le stanze sono dotate delle più moderne attrezzature informatiche e sono tra loro collegate tramite rete Lan. Ciò ha facilitato l'informatizzazione di molti servizi e la possibilità di utilizzare i più moderni strumenti per archiviare i dati e per dialogare telematicamente sia all'interno che all'esterno.
Alcune misure rendono l'idea della vastità dell'edificio: il palazzo di giustizia è esteso 14.600 mq circa, con una superficie coperta di 8700 mq , di cui 3.300 mq. destinati a Tribunale, Procura, Giudice di Pace, Consiglio dell'Ordine e Ufficiali Giudiziari e ben 11.300 mq. a parcheggi e servizi.
3. Vastità e particolari caratteristiche del territorio. Il circondario del Tribunale di circa 1200 Km./q è tra i più estesi uffici giudiziari della Campania ( più del doppio di quello del Tribunale di Napoli, pari a circa Km/q. 508, 33 e di molto superiore a quello di Ariano Irpino con Km/q. 729); con centri urbani prevalentemente montuosi, distanti molto distanti dal capoluogo di provincia, non facilmente raggiungibile in considerazione della carenza di trasporti pubblici e di strade che nel periodo invernale sono spesso bloccate da neve e gelo. Nel circondario vi sono sei Uffici del Giudice di Pace, tre Compagnie dei Carabinieri, un Commissario di P.S., la Tenenza della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, l'Agenzia delle Entrate, l'Ufficio Provinciale Foreste della Regione, un importante istituto penitenziario. I predetti uffici sono stati realizzati in questi territori proprio perché funzionalmente collegati alla presenza del Tribunale e della Procura che continuano ad essere un importante volano per lo sviluppo e l'occupazione della zona, mentre si stanno riducendo molti servizi pubblici (sanità, scuola ecc. ) e cresce il disagio della popolazione espresso anche da un crescente numero di suicidi e di tossicodipendenze.

4. Esigenze occupazionali. In questo circondario sono presenti sei importanti aree industriali in Calitri, Conza della Campania, Calaggio (Lacedonia), Nusco-Lioni-Sant'Angelo dei Lombardi, Morra de Sanctis e Calabritto, con industrie di primaria importanza nazionale nel settore: informatico, aeronautico, delle energie alternative, farmaceutico, alimentare e nei servizi, che occupano migliaia di persone.
Gli Uffici giudiziari di Sant'Angelo dei Lombardi hanno sempre assicurato risposte rapide ed efficienti alla domanda di giustizia, favorendo gli investimenti e l'occupazione, tutelando altresì la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

5. Esigenze specifiche di tutela del territorio. Questo territorio, compreso nel Parco Regionale dei Monti Picentini, ha un ricco patrimonio boschivo, numerosi laghi e importanti fiumi come il Calore, l'Ofanto, il Sele e l'Ufita, due Comunità Montane, denominate Alta Irpinia in Calitri e Terminio-Cervialto in Montella, due Oasi Protette ( Conza della Campania e Senerchia ), importanti località turistiche, come il Laceno di Bagnoli ed il Terminio, e religiose come il Santuario di San Gerardo a Caposele, San Francesco in Montella e l'Abbazia di San Guglielmo al Goleto in Sant'Angelo dei Lombardi, che è anche sede dell'arcidiocesi di Conza, Nusco e Bisaccia. Le sue innumerevoli risorse naturali sono sottoposte a vincoli ambientali e paesaggistici, mentre la presenza di numerosi laghi e fiumi e di rilevanti falde acquifere, consentono l'approvviggionamento idrico a tre Regioni ed a oltre sette milioni di abitanti. Il territorio subisce continue aggressioni (frequenti sono gli accertamenti di reati ambientali, sia legati a traffici di rifiuti illeciti, sia a discariche abusive), ma il presidio giudiziario consente una reazione pronta ed efficace, grazie all'impegno costante delle forze dell'ordine coordinate dalla Procura della Repubblica.

6. Presenza di bande criminali legate alla Camorra o alla Sacra Corona Unita. Numerose indagini hanno accertato il sistematico sconfinamento di pregiudicati legati ad organizzazioni mafiose presenti nelle confinanti province di Napoli e Foggia, dedite al traffico di rifiuti speciali e/o di stupefacenti, ovvero alla commissione di gravi reati contro il patrimonio ( furti, rapine, estorsioni). Secondo uno studio del Censis, effettuato per conto del Ministero della Giustizia, gli Uffici Giudiziari di Sant'Angelo dei L.di vengono indicati tra quelli insistenti in area ad elevato rischio criminalità organizzata. Conferme evidenti, per limitarci ai dati più recenti, sono l'arresto il 25 aprile 2011 di Vincenzo Schiavone, cassiere del Clan dei Casalesi, latitante dal 2008 e l'emissione solo nell'anno 2011 di decine di misure custodiali per traffici di sostanze stupefacenti e per gravi reati contro il patrimonio, commessi da esponenti importanti della criminalità napoletana e pugliese.
7. Dati sul funzionamento del settore civile e penale del Tribunale. Il Tribunale di S. Angelo vive negli ultimi anni una stagione di buona ed apprezzata efficienza. Nel settembre 2009 è stata completata la copertura dell'organico e l'impegno corale anche del personale amministrativo ha condotto ad una sensibile riduzione della pendenza nella quasi totalità dei settori, con la conseguente definizione di molti procedimenti di vecchia iscrizione. Nell'attualità (1.7.2010/30.6.2011 ) poco meno del 50% delle sentenze pubblicate riguardano processi iscritti prima del 1.1.2008. L'ufficio ha completato la registrazione informatica dei procedimenti e si è attivato per l'attuazione del processo telematico a cominciare da quello monitorio. I tempi medi di definizione dei procedimenti rientrano in quelli che sono stati elaborati dalla giurisprudenza delle Corti Europee e da quella interna, a seguito della c.d. legge Pinto, e raramente superano i tre anni. Pertanto, senza alcun dubbio, i tempi di definizione dei procedimenti civili e penali sono inferiori ad altri uffici giudiziari compresi nel distretto della Corte di Appello.

8. Dati sul funzionamento della Procura della Repubblica. La Procura della Repubblica di Sant'Angelo dei Lombardi è tra i più moderni e funzionali uffici giudiziari della Campania ed è a pieno organico. Le Sezioni della P.G. della Procura includono anche due appartenenti al Corpo Forestale per meglio tutelare il vastissimo territorio. Questo Ufficio è stato il primo in Campania ad essere incluso nel Progetto Ministeriale Best-Practices ed ha realizzato un innovativo sito Web "Procura Sant'Angelo dei Lombardi" che consentirà di fornire rapidamente, tramite la rete, numerosi servizi utili ai cittadini per soddisfare prontamente le loro esigenze. Inoltre, il Ministero della Giustizia ha prescelto questa Procura, come ufficio pilota nel Distretto per attuare l'innovativo Sistema Pass che consente di collegare agli stessi fini anche gli Uffici dei Giudici di Pace ed i Comuni del circondario. Il livello di efficienza raggiunto è stato elogiato anche dal C.S.M. che ha incluso il programma organizzativo varato il 3-2-2010 contenente anche il "Bilancio" e la "Carta Servizi" nelle Best-Practices. Infatti, il Ministero della Giustizia ha rappresentato che la Procura di Sant'Angelo è tra i più produttivi per aver dimezzato tutte le pendenze e notevolmente accresciuto tutti gli affari. Alcuni dati : le pendenze complessive dei procedimenti contro noti sono passate da 3834 del 2006 ai 2289 attuali e contemporaneamente ogni anno si è notevolmente accresciuto il numero di tutti gli affari grazie al consenso che, la riorganizzazione operata, ha avuto nei cittadini.

9. Sulla scorta delle accennate considerazioni, supportate da dati socio-economici e giudiziari obiettivi, si deve allora considerare l'iniziativa governativa sulla geografia giudiziaria, come l'occasione per riconoscere "definitivamente" il ruolo vitale, essenziale ed insopprimibile del Tribunale e della Procura di S. Angelo dei Lombardi, esportando l'efficienza e la funzionalità degli Uffici locali anche a territori limitrofi attraverso l'accorpamento di Comuni che ricadono attualmente nei circondari di Tribunali, già oberati e paralizzati da enormi carichi di lavoro.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna