• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Lun11182019

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Attualità Tutte le Notizie Italia MIGRANTI. A BENEVENTO CORSI DI ITALIANO, CUCINA E PRIMO SOCCORSO

MIGRANTI. A BENEVENTO CORSI DI ITALIANO, CUCINA E PRIMO SOCCORSO

MIGRANTE_DI_COLORE_185X115
immigrato_lavoro_185X115
BENEVENTO - Giovedì 7 febbraio alle 15 e 30 presso la sede delle Acli di Benevento in via F.Flora, 31 partiranno i percorsi formativi per i Migranti. Sono 45 le domande d' iscrizione tra comunità magrebine e comunità dell' Est ansiose di partecipare ai percorsi formativi organizzati dalle ACLI - SIMPOSIO Immigrati in collaborazione con l'assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Benevento Annachiara Palmieri, l'associazione SAMUEL presieduta da Mario Pedicini e della Misericordia di Benevento di Angelo Iacoviello. Da dieci anni con i percorsi formativi lavoriamo per

integrare i migranti sanniti - dichiara il presidente delle ACLI Filiberto Parente - quest' anno, grazie al protocollo d' intesa con l' associazione SAMUEL,
innoviamo i percorsi tradizionali delle ACLI. Dall' educazione civica all'azione civica - continua Parente- con una competenza straordinaria del prof Pedicini che è stato negli anni alla guida del Provveditorato agli Studi del Sannio, con la Sua grande passione di costruttore di socialità per il Bene Comune".

Alla giornata iniziale ha confermato la sua presenza l'Assessore alle Politiche Sociali Annachiara Palmieri in quanto tali percorsi formativi rientrano nella progettazione dell'Osservatorio delle Politiche Sociali.

"Al di là delle buone pratiche e delle singole iniziative di accoglienza e di integrazione - afferma la responsabile dei processi formativi delle ACLI Francesca Maria Intorcia  - occorrono un impegno organico e un'azione strutturale per la realizzazione di un'offerta formativa che riduca le disuguaglianze e i rischi di esclusione sociale per tutti. In quest'ottica la conoscenza della lingua italiana ed educazione civica, anche in un contesto che valorizzi la pluralità linguistica, rappresenta un requisito essenziale per la conduzione di una vita sociale e civile piena e attiva dei cittadini stranieri in Italia. Oltre al canonico corso di italiano per stranieri - conclude Intorcia -, diretto dalla prof.ssa Angelica Adinolfi e i mediatori culturali Ezzine Mohamed per la comunità Mussulmana, gli altri percorsi formativi saranno relativi uno alla cucina (i cui docenti sono chef sanniti) e l'altro sulle prime nozioni di pronto soccorso in collaborazione con lo staff del presidente della Misericordia Angelo Iacoviello".

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna