• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Mar10222019

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Città Tutte le Notizie Ariano Irpino Politica Ariano. Santoro rilancia sulla rinuncia a costruire

Ariano. Santoro rilancia sulla rinuncia a costruire

pasqualino_santoro_pdl_185x115
Ariano Irpino, (AV), chi ha un terreno in aree edificabili, secondo la normativa, è obbligato a pagare l'ICI. Una condizione che appare iniqua. Il Consigliere Comunale Pasqualino Santoro, capogruppo del Pdl ad Ariano , rilancia la sua idea, già espressa nel corso dell'ultimo Consiglio Comunale, di dare la possibilità ai cittadini che lo ritengano utile di rinunciare al diritto di costruire ed evitare così di pagare l'Ici sulle aree fabbricabili.

Secondo Santoro, il Comune di Ariano ha infatti dovuto rimodulare il valore catastale delle aree edificabili. E' stata quindi approvata l'integrazione del regolamento Ici ai fini proprio della identificazione ed aggiornamento del valore delle aree fabbricabili. Per quanto la materia sia stata particolarmente approfondita, per stabilire valori equi che non gravino eccessivamente sulle famiglie, inevitabilmente per alcune aree l'imposizione Ici lieviterà in conseguenza del cambio di destinazione d'uso dei terreni.

 

Da qui la proposta di Santoro di dare, entro un tempo limite di 15 giorni, dalla ricezione della comunicazione sul valore delle aree fabbricabili, l'opportunità ai cittadini di presentare domanda di rinuncia ad edificare, per l'intera durata del Piano urbanistico.

"Le richieste di rinuncia a tale diritto - spiega Santoro - potrebbero essere recepite in un'unica variante in diminuzione al Puc da sottoporre all'approvazione del Consiglio Comunale. In questo modo quei terreni cambierebbero definitivamente destinazione d'uso, divenendo aree a verde ed evitando non solo al cittadino ed ai suoi eredi aggravi fiscali, ma dando anche maggior respiro alla Città che vedrebbe diminuire le aree fabbricabili. In un periodo come questo di crisi economica, credo che un numero maggiore di cittadini di quanti noi possiamo immaginare, apprezzerà questa opportunità".

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna