Ariano. In cattedrale tutto pronto per l'ordinazione di due nuovi diaconi

ariano_nuovi_diaconi_e_vescovo_185x115
ariano_prove_cerimonia_diaconi_300
Ariano Irpino (AV) - Si vestirà ancora una volta di festa la Basilica Cattedrale di Ariano Irpino per l'ordinazione presbiterale di due giovani diaconi della Chiesa diocesana di Ariano I.-Lacedonia. Sabato 2 luglio, con inizio alle ore 18.00, si svolgerà infatti la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo, Mons. Giovanni D'Alise, che conferirà a don Luigi De Paola di Vallata e don Daniele Palumbo di Grottaminarda il sacro Ordine del Presbiterato. Luigi De Paola ha 29 anni. Laureato in Giurisprudenza. Ha conseguito il baccalaureato in Sacra Teologia presso la Pontificia Facoltà

Teologica dell'Italia Meridionale (sezione di san Tommaso) e si è formato presso il Seminario Arcivescovile di Napoli. Ha operato nella Parrocchia di S. Maria Maggiore a Grottaminarda, come catechista ed animatore dell'oratorio estivo, e presso la parrocchia san Giovanni Battista di Carife. Ha detto: "In un primo momento ho rifiutato la proposta che sentivo forte nel cuore, ma Lui non si è arreso ed ha continuato a cercarmi, a farmi sentire forte la Sua voce. Alla fine ho ceduto ed ho scoperto così di non essere mai stato più felice come nel momento in cui ho preso la decisione di abbandonare tutto e di seguirlo sulla strada del sacerdozio. È difficile oggi intraprendere un'avventura del genere, ma basta solo un po' di coraggio, per tuffarsi... al resto pensa Lui!".

 

Daniele Palumbo ha 26 anni. Diplomato presso l'Istituto Tecnico per Geometri "G. Bruno" ad Ariano, iscrittosi alla Facoltà di Ingegneria Civile a Napoli, è entrato poi in seminario. Ha conseguito il baccalaureato in Sacra Teologia presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale (sezione di san Tommaso) e si è formato presso il Seminario Arcivescovile di Napoli. Ha operato nella Parrocchia di S. Pietro Apostolo, come catechista, seguendo i giovani nelle varie attività; è uno degli animatori dell'oratorio estivo di Ariano. Ha detto: "È stato in Seminario che ha trovato chiarezza il progetto che Dio aveva su di me ed è stato lì che il mio desiderio e la volontà di seguire Dio si sono rafforzati ed hanno trovato conferma definitiva. Il cammino in seminario mi ha dato certezza, decisione e coraggio, ed il rapporto con altri giovani, che come me volevano capire cosa fare, mi ha davvero aiutato".
I due giovani approderanno, dunque, al secondo grado del sacerdozio ministeriale. Parteciperanno alla celebrazione sacerdoti e fedeli laici provenienti dalle parrocchie dislocate sul territorio diocesano, nonché i docenti della Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale, i formatori e i seminaristi, nonché altri giovani presbiteri e diaconi formatosi anche loro presso il Seminario Arcivescovile di Napoli.