Zungoli. Nel paese del caciocavallo gemellaggio sulla fiaba con Giuliano

zungoli_panorama_ferrari_185x115
Zungoli (AV) - Gemellaggio culturale tra Zungoli e Giugliano in Campania , nel segno della fiaba ,ovvero nel segno di Giambattista Basile, il letterato di epoca barocca, definito anche il Boccaccio napoletano, che fu il primo ad utilizzare la fiaba come forma di espressione popolare. Perchè domani sera a piazza castello di Zungoli le scolaresche di Zungoli - Villanova e di Giugliano si cimentano con l'opera di Basile " Nello stesso posto, ora", tratto da " Lo cunto de li cunti" ? Per onorare Basile che, nato a Giugliano nel 1566,è stato anche governatore di Zungoli, per 11 anni, dal 1616 al 1617. Grazie agli incarichi

di natura politica, Basile ebbe modo di conoscere il territorio campano, le sue sfaccettature multiformi , venendo così a contatto con una realtà diversa da quella "metropolitana" della città di Napoli, delle corti e dei nobili: un realtà che nella sua complessità e nella sua bellezza fu inesauribile fonte di ispirazione per lo scrittore. "Lo cunto de li cunti" non trova, infatti , ambientazione a Napoli, ma nelle zone confinanti. Osservando la vita dell' entroterra napoletano, salernitano, avellinese, casertano , fu semplice e naturale attingere al grande patrimonio della memoria popolare, alla tradizione della fiaba . Tuffo nella fiaba domani dunque con i ragazzi di Zungoli e della scuola media "Impastato" di Giugliano , con la rappresentazione " La serva d'aglie", tratta sempre da "Lo conto di li cunti" e con la "Tammurriata" finale. L'attrice Teresa Barretta interpreterà, infine, un monologo tratto da un testo del Basile.