• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Gio12032020

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Città Tutte le Notizie Ariano Irpino Attualità Ariano. Cisl: "Situazione degradante". Chiesta Delegazione Trattante

Ariano. Cisl: "Situazione degradante". Chiesta Delegazione Trattante

ariano_municipio_185x115
ARIANO IRPINO (AV) - I problemi presso il Comune di Ariano Irpino sono tantissimi e quelli riguardanti il personale hanno costretto la CISL FPS e cinque RSU su sette a non sottoscrivere il Contratto Collettivo Integrativo relativo agli anni 2008, 2009 e 2010. La CISL FPS oltre a non sottoscrivere il Contratto Integrativo ha avviato le procedure di verifica presso gli Organi competenti. Il dott. Lissa, nonostante dal 6 settembre 2010 la CISL FPS gli abbia sollecitato la convocazione della Delegazione Trattante per discutere

di importanti argomenti, ha ignorato tutte le richieste e in data 31 gennaio 2011, prot. 1718, ha convocato la Delegazione Trattante per il giorno 3 febbraio per discutere esclusivamente di "chiarimenti e contrattazione reperibilità ufficio patrimonio: art. 4, c. 4, CCNL 22/01/2004".
Per l'argomento da trattare, il Segretario Comunale con nota prot. 836 del 25 gennaio 2011 aveva già data una risposta dichiarando "che gli istituti della reperibilità, turnazione e rischio godono di efficacia ultrattiva rispetto alle disposizioni contrattuali ..."
A questo punto non si può non restare perplessi e porsi una domanda: perché mai convocare la Delegazione Trattante? Perché inserire un solo argomento che non richiedeva né la convocazione né "un confronto dialettico con le organizzazioni sindacali?"
Conseguentemente, alle ore 10,10 del 3 febbraio 2011, la CISL FPS e le RSU Pagliaro, Santoro e Schiavo, hanno depositato un documento e spiegato perché abbandonavano la riunione invitando il Presidente alla verifica della legalità del tavolo.
La riunione nonostante la presenza di soli tre RSU su sette è continuata.
Non si comprende come mai il Presidente della Delegazione Trattante, dott. Vincenzo Lissa abbia sempre ignorato i numerosi solleciti ed inviti da parte della CISL FPS a convocare la delegazione trattante per discutere di produttività, progetti incentivanti, sicurezza, carenza di Vigili Urbani, servizio spazzamento, locali utilizzati dai netturbini, mancanza di locali per gli addetti al servizio ausiliario, rideterminazione della Dotazione Organica, mancata tutela delle professionalità esistenti nel Comune di Ariano Irpino. Si è preoccupato invece, dopo oltre quattro mesi, a convocare una delegazione trattante per discutere di niente. E, nonostante la richiesta di verifica del tavolo di delegazione trattante, ha continuato a discutere immaginando probabilmente di poter ignorare i problemi reali dei lavoratori del Comune di Ariano Irpino, tentando anche di escludere dalla delegazione la CISL FPS e la maggioranza delle RSU – cosa che è avvenuta nella riunione del 3 febbraio 2011–, colpevoli di voler affrontare e risolvere i veri problemi, colpevoli di fare gli interessi dei lavoratori, colpevoli di aver chiesto la corretta costituzione del fondo, colpevoli di aver chiesto chiarimenti sui progetti, sul lavoro straordinario, sull'inutilizzo di personale, sulla sicurezza, su provvedimenti adottati per singoli dipendenti, sul rispetto di quanto stabilito in delegazione trattante.
Questa è la nuova democrazia e queste le nuove regole che il Presidente della delegazione trattante intende adottare. La CISL FPS e la maggioranza delle RSU si impegneranno a far rispettare le regole sancite a livello nazionale e locale a salvaguardia dei diritti di tutti i dipendenti del Comune di Ariano Irpino, senza rinunciare ad intraprendere qualsiasi azione atta a salvaguardare i diritti dei lavoratori e faranno di tutto per salvaguardare la democrazia ed evitare di essere estromessi dal tavolo della delegazione trattante, come si è verificato facendo passare per 'legale' l'ultima riunione di delegazione trattante estromettendo di fatto la maggioranza dei dipendenti.
La CISL FPS non prenderà mai parte a tavoli non legalmente costituiti e non baratterà mai né la individuazione di una nuova Posizione Organizzativa né il finanziamento di questa attraverso il recupero di euro sottratti alle attuali P.O.; né accetterà mai di finanziare con il riconoscimento di pochi euro ai dipendenti la produttività sottraendo agli stessi altra e più consistente indennità.
Il dirigente dott. Ruzza in due note, che l'Organizzazione Sindacale si riserva esaminare anche alfine di verificare la liceità del merito, comunica l'interruzione "dei termini prescrizionali, civilisticamente previsti, per l'eventuale recupero di somme che dovessero risultare indebitamente percepite...". A questo punto una domanda al Segretario Comunale: cosa intende fare su quanto dichiarato dal Dirigente Ruzza? I pareri contabili sono stati rilasciati dal Dott. Ruzza?
Né va trascurato come, nella riunione del 28 febbraio, alcuni dirigenti responsabili di servizio, dopo che era stato rilevato il "cattivo funzionamento degli uffici comunali", abbiano lamentato "la carenza di personale, nonché di figure professionali adeguate allo svolgimento dei compiti istituzionali". Non si comprende l'origine delle lamentazioni: sono anni che il comune va avanti con un organico del 50% rispetto alle necessità e, in queste condizioni, tutti i compiti istituzionali sono stati sempre svolti, segno evidente di professionalità... alta (molti dei dipendenti, peraltro, svolgono compiti superiori alla loro qualifica di assunzione). Piuttosto, c'è da chiedersi come sia possibile ideare un questionario destinato a tutti i dipendenti per raccogliere informazioni che si ritrovano tranquillamente nei fascicoli personali (tranne quella sui desideri dei dipendenti riguardo all'ufficio a cui essere assegnati: si pensa forse di spostare tutti nell'ufficio X, se tutti lo indicassero?)
In un quadro così fosco e caotico, si è tenuta il 28 febbraio l'assemblea degli iscritti e simpatizzanti CISL FPS, nel corso della quale sono stati esaminati i tanti punti evidenziati sopra, anche con il concorso dell'avvocato Imbimbo.
La CISL FPS, nel denunciare il degrado che si sta vivendo nelle relazioni sindacali presso il Comune di Ariano, degrado che coinvolge gli stessi rapporti fra l'Amministrazione e i dipendenti, chiede al Presidente della Delegazione trattante l'urgente convocazione della stessa, affinché siano discussi i problemi veri e stringenti del personale.