• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Gio12032020

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Città Tutte le Notizie Ariano Irpino Attualità Ariano. Forum dibattito aperto sul ruolo dell'associazione giovanile

Ariano. Forum dibattito aperto sul ruolo dell'associazione giovanile

ariano-piazza_cattedrale_185x115

ARIANO IRPINO (AV) - Continua il dibattito all'interno del forum della Gioventù di Ariano. "Il comunicato apparso venerdì mattina firmato da otto membri neoeletti del forum, non è nient'altro che un accordo sottoscritto sulla base di un programma al quale hanno partecipato le giovanili e le associazioni riconosciute sul territorio, per far sì che le varie realtà giovanili fossero rappresentate - scrive Giuseppe Vitullo -.

 

Proprio la presenza di quest'ultime credo sia grande indice di democrazia e di cooperazione tra i giovani. Il documento fin dal primo momento è stato aperto a tutti, ma più di una volta i nostri inviti sono stati declinati. Il nostro è un programma trasparente, che vanta intenti comuni e sopratutto un insieme di persone "per bene" che amano la propria città. Spero che gli altri consiglieri lo capiscano". Stamattina è stato diffuso un documento
"Apprendiamo con profonda meraviglia, quanto pubblicato in questi giorni, in merito alla scorrettezza di dare una matrice politica al Forum dei Giovani - recita un comunicato di otto consiglieri -. Nella nota risultano varie inesattezze per cui riteniamo doveroso spiegare, ai tanti ragazzi, la veridicità delle cose". La situazione attuale secondo i firmatari è i "frutto della disinformazione succedutasi negli anni, sia da parte delle Amministrazioni, sia grazie all'impronta data al Forum nell'ultimo anno dal Presidente uscente. Oggi si cerca di far passare l'immagine del nuovo Forum come terreno di conquista da parte dei Partiti Politici.
C'è un primo elemento politicamente fraudolente e intellettualmente disonesto.
Dire che i partiti sono entrati nel Forum vuole portare i destinatari del comunicato, cioè la gente comune, a immaginare la vecchia classe politica, di ogni schieramento, alle spalle dei consiglieri appena eletti.
Non è così. I partiti sono entrati in merito al Forum ma con i giusti strumenti legittimi: le loro giovanili.
Infatti nel comunicato firmato dagli otto membri del Forum dei Giovani di Ariano Irpino, non figura minimamente la dicitura "Partito Democratico" ma Giovani Democratici e a seguire Giovani UDC, Giovani Comunisti, Giovani SEL. La differenza è enorme, abissale e ci dispiace enormemente che alcune persone omettano di specificarla solo per colpire la parte sana del Forum che si verrà a costituire.
Tutte le Giovanili appena nominate sono associazioni o organizzazioni giovanili istituite in seno a partiti politici ma con un loro statuto ben distinto e separato. Per quanto appena detto le Giovanili dei partiti, proponenti e firmatarie delle linee programmatiche del Forum dei Giovani di Ariano Irpino, sono riconosciute dallo Statuto del Forum dei Giovani Nazionale e possono partecipare alle attività dei Forum. A conferma di quando detto invito i ragazzi a consultare il sito www.forumnazionalegiovani.org sezione associazioni pag. 5 e pag 6.
Inoltre Il Forum ha come scopo statutario quello di promuovere la passione politica nei giovani. Infatti i consiglieri non vengono nominati, ma si candidano e vengono votati con le preferenze nominali. I giovani elettori vengono chiamati a votare i candidati sulla base delle loro idee e soprattutto sulle loro identità politiche che li contraddistinguono sul da farsi all'interno del Forum. I consiglieri di questa maggioranza ritengono che senza i giovani i partiti siano posti senza possibilità di cambiamento, innovazione, pensiero critico e ribelle.
Pertanto la risposta è apertamente -SI-: i partiti sono entrati nel Forum, e lo hanno fatto con i migliori giovani che hanno a disposizione i quali in piena autonomia intellettuale hanno prioritariamente elaborato un documento di analisi e critica politica e a seguire un paniere di proposte per migliorare questa nostra città e per questo nostro territorio sia sulle politiche giovanili ma anche su tutto il ventaglio delle possibili scelte. Il Forum come ogni luogo democratico è fatto di una maggioranza che governa i processi politici e decisionali e di una minoranza che fa opposizione. Si chiama pluralismo. Il pluralismo è il centro della democrazia.
Siamo amareggiati dall'ipocrisia di questa destra giovanile. Questo è per noi sufficiente per ritenere la questione chiusa per sempre". Il documento è firmato dai consiglieri: Gennaro Vitullo, Daniele Grasso, Luca Scaperrotta, Valerio De Gruttola, Raimondo Pagliaro, Salvatore Cifaldi, Angela Molinario, Alessandro Lembo.