• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Ven11272020

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Città Tutte le Notizie Ariano Irpino Attualità Ariano. Il Forum della gioventù chiede inchiesta sul lavoro nero

Ariano. Il Forum della gioventù chiede inchiesta sul lavoro nero

negozio_185x115
ARIANO IRPINO (AV) - Mercoledì presso la sede dei Giovani Democratici di Ariano sono state formalizzate le linee programmatiche della maggioranza dei consiglieri del Forum della Gioventù. Alla riunione hanno partecipato anche i segretari dei partiti giovanili formalmente costituiti e riconosciuti: Giovani Democratici, Giovani per S.E.L., Giovani comunisti e Giovani dell'Udc. 

Il documento nel corpo è stato elaborato dalla segreteria GD, proposto dai consiglieri GD Scaperrotta Luca e De Gruttola Valerio e emendato e sottoscritto dai consiglieri Vitullo Gennaro, Grasso Daniele, Molinario Angela, Cifaldi Salvatore, Pagliaro Dino e Lembo Alessandro. Vi proponiamo il documento integrale.
Documento Giovanile di analisi e proposta politica per il cambiamento e l'alternativa nella città di Ariano Irpino.
Premessa:
il forum della gioventù del comune di Ariano Irpino, in quanto organismo democratico di rappresentanza e tutela delle ragazze e dei ragazzi, guarda alle politiche operate negli ultimi 7 anni dalle amministrazioni succedutesi come complessivamente fallimentari specialmente in riferimento a quelle giovanili. Abbiamo progressivamente assistito ad un impoverimento del tessuto giovane della nostra comunità.
Una fuga di giovani, studenti, laureati e non, che sta lasciando questa terra priva dell'elemento più innovativo di cui una comunità può disporre: le ragazze ed i ragazzi. Nessuna attenzione, proposta o azione concreta per il recupero di giovani, nessuna iniziativa o agevolazione affinché il post-laurea o la maggiore età di ogni giovane potesse prevedere un ritorno alla nostra città o una sistemazione stabile socialmente e lavorativa. Nessuna lotta al precariato. Tolto il centro Putipù, che comunque è stata una ottima intuizione di intervento politico risalente a più di 10 anni fa, ai giovani si è pensato solo praticando l'inutile controllo parossistico tramite il sistema di video-sorveglianza che nulla ha prodotto in termini di lotta al disagio e alle difficoltà dei più giovani.
Mai si è pensato, neanche per una volta, di guardare alla radice dei problemi, alle inquietudini, alle difficoltà che abitano come fantasmi la quotidianità di chi ha voglia di partecipare, di creare, di fare iniziativa. 
Il forum della gioventù non ha ricevuto in tutti questi 7 anni una sede adeguata, e mai è stata concessa la sede consiliare, luogo fisiologico di dibattito giovanile, per le plenarie del forum. L'associazionismo giovanile ha ottenuto attenzione pari allo zero. La politica avrebbe dovuto intervenire, esprimendosi, dando manforte a quei giovani che hanno idee, forza, entusiasmo. Invece un silenzio assordante, nelle parole e nei fatti hanno dominato la scena politica. Nessuna politica per il lavoro, nessuna azione anche solo di principio per contrastare il caporalato nella ristorazione che tanto attanaglia e sfrutta le nostre ragazze e i nostri ragazzi. Le giovani coppie non hanno potuto godere di nessuna agevolazione, anzi, le tasse comunali come la TARSU in una città pluri-discarica come la nostra, sono aumentate, mettendo in difficoltà i giovani lavoratori che per vocazione in questa epoca, sono precari. Il Forum della Gioventù non può esimersi dall'emettere un giudizio impietoso e scevro da ogni appartenenza, soprattutto quando a fare le spese di una politica trasformistica, dinastica, clientelare e personalistica sono soggetti giovani e deboli che il Forum della Gioventù di questo comune si prefigge di rappresentare e tutelare. Il Forum della Gioventù inoltre non si negherà mai il sacrosanto diritto di esprimere le proprie posizioni su qualunque questione politica che investa il livello comunale, provinciale, regionale, nazionale e sovra-nazionale, sia che si tratti di materie giovanili sia che non lo siano. Il Forum non si concederà mai nessuna codardia politica.
È soprattutto su questa premessa politica, oltre che alle proposte che seguiranno in questo documento che chiediamo il voto per la presidenza.
Consci del fatto che il Forum dei Giovani sia un utile strumento per coloro i quali vorranno impegnarsi " in prima persona " per la realizzazione di importanti iniziative volte a dare nuova linfa allo sviluppo del nostro Paese, crediamo nella possibilità di esplicare le nostre motivazioni con la programmazione e la futura realizzazione di diversi punti d'azione, divisi per settori di interesse giovanili; immaginiamo una città regolata in primis dall'amore che abbiamo per essa. Dobbiamo, ciascuno con le sue proprie forze, provare a far valere un orientamento etico, a mettere a fuoco un punto di riferimento, un ideale irrinunciabile affinche il racconto di questa città possa davvero assomigliare alla "meglio gioventù"arianese.
1) L' Ariano che lavora:
definire con chiarezza le linee del proprio sviluppo economico.
Prendere antiche debolezze, una fra tutte, la frammentazione del sistema di impresa, e senza negare le proprie inclinazioni (la piccola manifattura,l'artigianato, il commercio) spingere gli attori dell'economia a pensarsi come un insieme. Incentivare l'abbandono di ogni logica di scambio e costruire un sistema d'impresa fondato sul disegno di un futuro libero attraverso iniziative di questa tipologia:
sinergia con il centro Informagiovani;
seminari in collaborazione con sindacati giovanili, come NIDIL, per comprendere le nuove identità di lavoro e chiarire aspetti importanti delle nuove forme contrattuali;
informare la comunità giovanile circa bandi e progetti comunali, provinciali, regionali e europei, attraverso mezzi di comunicazione quali stampa, internet, sms e un mensile a cura del Forum della Gioventù;
gestione dell'antica scuola di arte e mestieri;
gestione dell'ex ostello della Gioventù (che vogliamo diventi sede del Forum);
concessione del sevizio di controllo della sosta a pagamento ad una cooperativa locale gestita direttamente dal Forum.

 

GIOVANI, LAVORO E SFRUTTAMENTO

Nelle esperienze lavorative dei giovani sul nostro territorio sono predominanti situazioni di sfruttamento e di lavoro nero. Proponiamo un'inchiesta sulle condizioni di lavoro, in modo da aprire un dibattito pubblico su dati raccolti ed interventi da effettuare.
2) L'Ariano solidale:
iniziative sui territori a difesa e promozione dei diritti dei migranti.
"Primavera antirazzista" è il nome della campagna unitaria promossa da un collettivo di organizzazioni (tra cui GIOVANI DEMOCRATICI-ACLI, ARCI, CGIL, Nessun luogo è lontano, SOS Razzismo,NIDIL- UIL) fatta di iniziative, momenti di lotta, sensibilizzazione e dialogo interculturale, a difesa e promozione dei diritti dei migranti.
Le iniziative pensate per i mesi primaverili, hanno lo scopo di valorizzare il ruolo e la presenza dei migranti in Italia e di sottolineare la necessità di contrastare ogni forma di razzismo, nonchè il bisogno di estendere lo spazio dei diritti e di ridurre quello dello sfruttamento e delle mafie. Si tratterà di iniziative che interesseranno il mondo del lavoro, della scuola e i luoghi di socialità, mirate a porre l'attenzione sui valori ed i principi della nostra Costituzione, perchè difendere e promuovere i diritti dei migranti significa difendere e promuovere i diritti di tutti e di tutte.
GIOVANI E DISAGIO: NO ALLA REPRESSIONE
E' necessaria un'inchiesta sulle condizioni di disagio della popolazione giovanile, testimoniate da fenomeni quali gioco d'azzardo, suicidi, tossicodipendenze. Su quest'ultimo punto è da rifiutare un approccio che si basi sulla repressione e l'esclusione. Proponiamo un'inchiesta sul disagio, in modo da aprire un dibattito pubblico su dati raccolti ed interventi da effettuare.
SPAZI SOCIALI E AUTOGESTIONE
Riteniamo importante la creazione e la conservazione di spazi sociali pubblici, nei quali applicare forme di autogestione, al fine di permettere la libera aggregazione e la creazione di reti sociali e di una comunità, tra i giovani e non.
VOLONTARIATO
Il forum deve lavorare a stretto contatto con le associazioni di volontariato poste sul territorio, con iniziative culturali e sociali,attraverso l'organizzazione di più giornate a supporto di bambini e ragazzi extracomunitari provenienti da situazioni di grande disagio, mediante assistenza sanitarie e iniziative di raccolta fondi.
ARIANO CON I DISABILI
Per far si che i giovani disabili siano parte integrante e attiva della vita della comunità arianese, insieme all'amministrazione comunale e i vari uffici competenti, effettuare un'azione di monitoraggio nelle varie strutture pubbliche per l'abbattimento delle barriere architettoniche che limitano la normale vita quotidiana.
3) L'Ariano del sapere e del saper fare:
Crediamo fortemente che la cultura e il sapere possano "dar da mangiare" a questa comunità, pertanto ci faremo promotori di iniziative culturale quali:
presentazioni di libri;
laboratorio di idee;
seminari di poesia;
paesologia - studi sulla nostra comunità;
corsi di musica presso il Putipù;
laboratori teatrali, fotografici e di pittura;
percorsi enogastronomici;
rivalutazione vecchi mestieri con lezioni tenute da artigiani;
conoscenza e sviluppo dell'agricoltura biodinamica con visite guidate in aziende.
4) L'Ariano che si innova:
Ad Ariano non è presente l'albo per registrare le coppie di fatto, sia eterosessuali che omosessuali;
il Forum, che è promotore di valori quali i diritti civili e l'uguaglianza, non può non pensare che tutte le coppie civili debbano avere la possibilità di ritualizzare e ufficializzare la loro unione.
Per dare un senso alle coppie c'è bisogno di un impegno circa l'elaborazione di un albo delle coppie civili da parte del comune, questo sarebbe il primo passo verso il cambiamento delle istituzioni e verso una loro apertura nei confronti della società che cambia.
Proponiamo inoltre:
un albo delle comunità straniere che sono presenti sul tricolle e quello degli studenti fuori sede;
l'uso della sala consiliare per le assemblee del Forum;
una sede adeguata e dignitosa in primis per il Forum, ma anche per tutte le giovanili dei partiti rappresentati in consiglio comunale e in parlamento o per le associazioni che si dichiarino politiche.
5) L'Ariano dello sport:
Occorre che il Forum svolga nel prossimo biennio, in maniera organica e sistematica, il ruolo fondamentale di coordinamento e di promozione delle politiche sportive, come mezzo efficace di prevenzione e tutela della salute psico-fisica, delle relazioni sociali inclusive, dell'equilibrio sostenibile con l'ambiente urbano e naturale.
Fondamentali diventano sia i Forum provinciali organizzati periodicamente con gli Enti territoriali, sia workshops da organizzare con tutti i soggetti pubblici e privati interessati e impegnati sulla materia. Il Forum propone:
il censimento della rete di impiantistica sportiva, anche scolastica, pubblica e/o finanziata da risorse pubbliche;
il recupero e completamento di impianti esistenti (Stadio Cannelle);
l'ampliamento offerta dei punti sport e dei percorsi-salute (Villa Comunale);
la maggiore fruibilità ed accessibilità del Palazzetto dello Sport;
la convenzione con le diverse Istituzioni per la piena fruizione da parte delle cittadine e dei cittadini degliimpianti sportivi esistenti.
6) L'Ariano trasparente:
Trasparenza e semplificazione nelle procedure ad evidenza pubblica, che prevede a svolgimento di workshop e focus group di approfondimento interni all'amministrazione comunale e dei consiglieri del Forum.
Crediamo che il Forum possa raggiungere equilibrio e trasparenza attraverso queste iniziative:
ripristino del sito ufficiale;
pubblicazione dei verbali di ogni assemblea, così come del bilancio generale e dei capitoli di spesa relativi alle manifestazioni svolte;
cambio del metodo di liquidazione dei progetti che non avverrà più tra PRESIDENTE e COMUNE, bensì direttamente tra COMUNE E FORNITORI, che saranno non più liquidati con contanti ma tramite accredito bancario e/o assegni.
Crediamo, inoltre, che il Comune possa raggiungere equilibrio e trasparenza attraverso:
Una maggiore divulgazione delle attività svolte dell'Ente, attraverso la pubblicazione sul sito dei documenti (determine, delibere,...), al fine di garantire una maggiore trasparenza sull'operato non solo ai ragazzi residenti ad Ariano Irpino ma anche, e soprattutto, a ragazzi fuori sede;
Convocazione bimestrale dell'Assessore comunale alle politiche giovanili per un confronto e un aggiornamento sulle attività concernenti i giovani.
LOTTA AL CLIENTELISMO E AI BARONI
Uno dei problemi più importanti del Meridione è il fenomeno del clientelismo, che gode di ampia diffusione nelle nostre zone. Ci impegnamo a combattere questo fenomeno sia all'interno del Forum, mediante la pubblicizzazione e la trasparenza di tutti gli atti, sia all'esterno, attraverso manifestazioni pubbliche di vario tipo volte a promuovere una lotta sociale e popolare contro il clientelismo e contro i baroni.
7) L'Ariano eco-solidale (a basso impatto ambientale):
Il Forum si farà portatore di valori quali il rispetto per l'ambiente e la lotta all'inquinamento in tutte le sue forme, deve sensibilizzare i giovani arianesi ai problemi del nostro ecosistema e informarli delle alternative ecologiche al nostro attuale modo di vivere, informando i giovani su argomenti quali:
fonti rinnovabili di autosufficienza energetica come impianti di riscaldamento geotermici o di energia elettrica con celle fotovoltaiche;
conoscenza degli sprechi a sfondo alimentare, come il paragone tra l'acqua in bottiglia e quella di rubinetto;
autoveicoli ibridi, ad idrogeno, con impianti GPL, con motore elettrico, utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici, rivalutazione della bicicletta;
riciclaggio, raccolta differenziata e smaltimento rifiuti speciali;
crisi dei rifiuti campana;
centrali nucleari, nuove leggi e dati tecnici.
L'informazione su tali argomenti sarà promossa anche attraverso iniziative quali le "domeniche a piedi", anche con la complicità dei commercianti del centro storico.
8) L'Ariano che si aggiorna:
Il Forum per comunicare con i giovani deve sfruttare a pieno il mezzo Internet.
Si può migliorare la diffusione delle notizie e delle iniziative con le seguenti modifiche:
nomina di uno o più responsabili web, che si occuperanno di aggiornare il sito del Forum oltre che tutte le altre sue espressioni sui vari blog e social network;
creazione di account specifici per il Forum, le cui password verranno ricreate ad ogni variazione dei responsabili web;
creazione di una pagina Facebook, oltre del già presente gruppo, per questioni di maggiore visibilità;
utilizzo di Twitter;
creazione di un internet forum per la condivisione di idee e opinioni;
informatizzazione dell'amministrazione comunale;
incontri di discussione sulle nuove tecnologie e sull'Open Source.
9) L'Ariano creativa:
Consapevoli di un parziale utilizzo dell'Auditorium comunale, dell'ex Mercato Coperto e dei Centri Sociali di Rione Martiri e di Rione Cardito, proponiamo il loro utilizzo per attività ludico-creative.
Al riguardo, si propone che:
l'auditorium venga messo a disposizione delle scuole teatrali presenti sul territorio come spazio utilizzabile per la preparazione e la rappresentazione delle opere teatrali;
l'ex Mercato Coperto di via Parzanese sia reso utilizzabile al fine di inserirlo all'interno di percorsi enogastronomici tesi a valorizzare le eccellenze locali;
i Centri Sociali dei Martiri e Cardito vengano utilizzati per corsi di formazione professionale.
10) L'Ariano che ama la politica e la politica che ama Ariano:
E' un punto ancora da scrivere,il miraggio della terra ferma dopo anni di mare e onde di cattiva politica; ci auguriamo che la politica torni tra la gente, a parlare e a pensare ai problemi di tutta la comunità, lo speriamo, ma lavoreremo affinchè questo sogno sia condiviso e cominci a diventare realtà.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna