• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Dom11292020

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Città Tutte le Notizie Ariano Irpino Attualità Patto Baronia. Differimento termini, via libera del Ministero Economico

Patto Baronia. Differimento termini, via libera del Ministero Economico

operaio_a_lavoro_con_sega_elettrica_185x115

ROMA - Dopo l'ok ricevuto dal Ministero dello Sviluppo Economico, area Centro di Coordinamento Contratti di Programma, all'ordine del giorno del prossimo C.I.P.E. (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ci sarà la presa d'atto sulla variazione delle compagini societarie e il differimento del termine di ultimazione degli investimenti del Consorzio Baronia Sviluppo Impresa. Il differimento dei termini

permetterà il mantenimento degli investimenti e delle relative agevolazioni per le aziende beneficiarie. A renderlo noto è l'On. Marco Pugliese. "Finalmente, dopo tanto tempo speso male tra inerzia e burocrazie varie, gli imprenditori che hanno investito nel territorio della Valle dell'Ufita, possono vedere concretizzati i loro sacrifici e i loro investimenti - dice il deputato irpino -. Non posso non ringraziare, in particolar modo, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega al C.I.P.E. On. Gianfranco Miccichè, a cui mi lega una profonda amicizia e stima politica, il quale ha dimostrato un sensibile interesse sin dal primo momento in cui gli ho sottoposto la questione, ma il mio ringraziamento va anche a tutti i funzionari del C.I.P.E. che hanno collaborato a velocizzare la pratica in oggetto. Credo personalmente che questa svolta porterà sviluppo e occupazione in un periodo di crisi economica non indifferente, pertanto da parlamentare sono doppiamente gratificato: innanzitutto per aver svolto con buoni risultati il mio ruolo di intermediario tra territorio e istituzioni nazionali e poi per aver portato alla risoluzione un problema burocratico che stava arrecando danni a numerosi imprenditori irpini".