• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Dom11292020

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Città Tutte le Notizie Ariano Irpino Attualità ARIANO. TRIBUNALE. CARBONE: NON SONO VENUTO DA COMMISSARIO LIQUIDATORE

ARIANO. TRIBUNALE. CARBONE: NON SONO VENUTO DA COMMISSARIO LIQUIDATORE

ARIANO_TRIBUNALE_INCONTRO_CON_CARBONE_185X115
ARIANO IRPINO (AV) - Il presidente del Tribunale di Benevento, Rocco Carbone, in visita al Tribunale di Ariano . Ha incontrato il presidente , Rodolfo Daniele, il Procuratore Capo, Luciano D'Emmanuele, i magistrati, i giudici di pace, il personale in servizio, gli avvocati , i rappresentanti delle forze dell'ordine e il vice-sindaco di Ariano, Crescenzo Pratola e i giornalisti. «Sono stato per dieci anni – ha sostenuto - presidente del Tribunale di Sant'Angelo dei Lombardi; ho lottato per evitare la soppressione dei tribunali minori e capisco l'importanza e il ruolo dei piccoli tribunali, gli unici ad

essere in grado di assicurare veramente la giustizia di prossimità ai cittadini e a rappresentare un polo culturale per i territori. Ma c'è una legge che modifica la geografia giudiziaria; va rispettata, anche se comprendo la sofferenza che tocca gli operatori del settore . Per questo motivo non sono venuto ad Ariano come commissario liquidatore del Tribunale, ma per una visita di cortesia e un confronto con tutti; per avviare, insomma, nel caso in cui realmente ci sia l'accorpamento tra le due strutture giudiziarie di qui ad un anno, il lavoro futuro ,in modo che magistrati, personale dipendente, avvocati e utenti possano trovarsi a loro agio nella nuova sede». Al presidente Carbone hanno rivolto indirizzi di saluti il presidente Daniele, il presidente dell'ordine Forense, Carmine Monaco, e il vice-sindaco, Crescenzo Pratola. Da parte di tutti il rammarico per quanto è successo, poiché comporta la soppressione di un tribunale efficiente, ma anche l'annuncio di una ulteriore battaglia per far tornare sui propri passi il legislatore.