• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Ven08182017

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Città Tutte le Notizie Avellino Attualità Isochimica. Tavolo in Prefettura per fronteggiare l'emergenza

Isochimica. Tavolo in Prefettura per fronteggiare l'emergenza

avellino - tavolo prefettura

AVELLINO – Importantissimo appuntamento in Prefettura stamattina per discutere e fissare "dei punti fermi" sulla scottante questione dell'ex Isochimica. Si è finalmente realizzato, presso la sede prefettizia di Avellino, un vero e proprio tavolo unico permanete di coordinamento di tutte le parti coinvolte da anni nella bonifica e nel riconoscimento dei diritti dei lavoratori; un incontro fortemente voluto dal Presidente della Commissione Regionale Bonifiche, Antonio Amato. «L'incontro di stamattina serve a ribadire, ancora una volta, qual è il

punto di partenza e di arrivo di questo nostro impegno istituzionale che va avanti ormai da tanti anni: la salute degli ex dipendenti dell'Isochimica e della popolazione di Borgo Ferrovia, purtroppo interessata da questa gravissima forma d'inquinamento ambientale, e, di conseguenza, la bonifica del sito. Poi tutto il resto, dalla verifica delle competenze giuridiche dei vari organi coinvolti alla questione relativa al possesso e alla vigilanza della struttura, deve essere trattato parallelamente, ma sempre dando la priorità alla tutela giuridico – sanitaria delle persone coinvolte. Ecco perché siamo qui stamattina».
Emblematiche le parole del Presidente della Commissione Regionale Bonifiche, Antonio Amato, che ha così inaugurato il dibattito che si è svolto attorno a quest'importantissimo tavolo istituzionale, il primo presso la sede prefettizia di Avellino, la cui importanza sta nel fatto che se da un lato ha visto la partecipazione di tutti gli organi protagonisti di questa vicenda - Commissione Regionale Bonifiche, la Regione, la Provincia, i Parlamentari irpini, l'ASL, l'ASI di Avellino, i rappresentanti sindacali di CGIL, CISL, UIL, e UGL, il Comune di Avellino, oltre ad alcuni esponenti dei lavoratori dell'Ex Isochimica - dall'altro sancisce una più estesa e rinnovata sinergia di cui sarà garante lo stesso Prefetto di Avellino, Umberto Guidato, massimo rappresentante del Governo centrale sul territorio.
«A un anno dal sopralluogo effettuato da questa commissione - ha chiosato il Presidente Amato – abbiamo dovuto constatare che non è stato fatto molto per la bonifica. Giacciono ancora alle intemperie gli oltre 500 blocchi di amianto cementificato, più di 1200 tonnellate di materiale altamente pericoloso a cui si aggiunge quello interrato nel piazzale. Nel frattempo gli operai continuano ad ammalarsi, ancora a morire, e sussistono le difficoltà per il pieno riconoscimento delle patologie contratte. Ecco il perché di una delibera per sollecitare nuovamente la commissione regionale sanità per verificare il percorso avviato con l'Istituto Superiore di Sanità, e di mettere in campo tutte le azioni utili per promuovere una modifica 'ad hoc' della legge Fornero che consenta il prepensionamento degli operai. Per la bonifica, invece, si era deciso di promuovere un nuovo sopralluogo coinvolgendo anche l'assessorato regionale all'ambiente, per individuare le modalità utili per la messa in sicurezza e la bonifica dell'area. Ma tutto questo è possibile soltanto unendo le forze e lavorando in sinergia nel rispetto dei ruoli e delle competenze; se ci contrapponiamo, invece, non si va da nessuna parte».

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna