• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Mar03312020

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Notizie Università Unisannio. Studenti allarmati, ma solidali con la protesta

Politica

Unisannio. Studenti allarmati, ma solidali con la protesta

computer_e_operatore_185x115
minibanner-LE_BOLLE
Benevento, il disegno di legge "Gelmini" e la manovra correttiva finanziaria 2010 hanno creato disappunto all'interno degli atenei, inducendo i docenti ed i ricercatori in uno stato di agitazione. Già nei mesi passati, l'ateneo Sannita ha fatto presente il proprio dissenso manifestando
contro quanto si preannunciava senza ottenere risultati. Lo scorso 15 Giugno, dopo l'assemblea dei docenti e dei ricercatori della Facoltà di Ingegneria dell'Università del Sannio, in stretta collaborazione con le Facoltà di Ingegneria delle Università "Parthenope" di
Napoli e di Cassino, hanno deciso di protestare interrompendo le attività didattiche per una settimana, irremovibili nel caso la situazione permanesse immutata. Decisione alquanto discutibile, vista dal lato dello studente. Impensabile per i corsisti accedere alla bacheca elettronica di ateneo e leggere un avviso che comunica la sospensione di tutte le attività didattiche, come gli esami di profitto e le sedute di laurea. Intanto l'UNiNG, unica associazione della Facoltà d'Ingegneria dell'Unisannio, si ritrova a dover ascoltare domande a cui non sa dare risposta. Abbiamo chiesto spiegazioni ai diretti interessati, ossia a ricercatori e docenti. Dal loro punto di vista hanno tutte le ragioni, i tagli ci sono e sono troppi. L'università italiana, nell'ultimo decennio, è stata vittima di continue riforme, adeguamenti e cambiamenti, che hanno portato solo problemi. E' possibile che i piani fossero inattuabili e prematuri per la società italiana. Nonostante ciò, Unisannio ha lottato per sopravvivere: ulteriori tagli, a risorse già irrisorie, sarebbero davvero insostenibili. Gli studenti sono direttamente colpiti da questa decisione e si ritrovano con una settimana di stop durante il periodo di valutazione, pausa forzata che va ad intaccare tutti i possibili programmi che uno studente aveva stilato. Studenti giunti ormai alla fine del proprio corso di laurea, pronti per il grande giorno, hanno visto andare in fumo i loro sforzi. Dottorandi che, dopo anni di studio duro e disperato, non hanno certezze del loro futuro. Anni riversi sui libri a studiare e a pagare tasse per avere nelle proprie mani solo un pugno di sabbia: studenti ancora più precari dei precari. L'unica cosa non in forse in questo Stato è la puntualità delle tasse. Agitazione, nervosismo, disappunto, rabbia e preoccupazione sono le sensazioni che accomunano studenti, ricercatori e docenti. Sensazioni che li hanno spinti a collaborare e cooperare per cercare di trarre il meglio anche da una situazione che il meglio non ce l'ha. Il prossimo 23 Giugno a Benevento nell'aula G12 del Palazzo Giannone, alle ore 10:00, si terrà un'ulteriore assemblea organizzata in stretta collaborazione con l'associazione studentesca UNiNG e il personale docente di Ingegneria. Tale assemblea si prefigge di coinvolgere in maggior misura il popolo universitario, in modo che la protesta non esterni unicamente il dissenso di una classe di lavoratori, ma di un'intera istituzione universitaria.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna