• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Mar10222019

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Politica Tutte le Notizie Campania Campania. In arrivo stangata fiscale per recupero deficit

Campania. In arrivo stangata fiscale per recupero deficit

soldi_associazione-consumatori_185x115
Da novembre IRAP (+0,15), dal prossimo anno IRPEF (+0,30). Il provvedimento riguarda le quattro regioni con deficit sanitario: Campania, Calabria, Lazio e Molise. Lo rende noto l'Agenzia delle Entrate in una nota diffusa alla stampa. Tremonti: "Basta con chi prende i soldi e non li spende".

Era nell'aria ed è arrivata. Dopo le dichiarazioni del presidente del Consiglio sulla necessità di tagliare le spese nelle regioni con deficit, arriva anche l'aumento dell'imposizione fiscale per i cittadini. Un provvedimento che serve a colmare l'enorme buco di bilancio accumulato da amministratori che non hanno saputo gestire i conti pubblici. Prima o poi tutti i nodi vengono al pettine, e così decenni di gestioni clientelari ed improduttive dei sistemi regionali oggi arrivano direttamente nelle tasche dei contribuenti. E gli autori degli sprechi cosa pagheranno? ed i complici di una politica clientelare che hanno accettato prebende e posti di lavoro inutili?
AGENZIA DELLE ENTRATE - Per ora Nelle quattro regioni che hanno un deficit sanitario, per l'anno d'imposta 2010, si applicano le maggiorazioni dell'aliquota dell'imposta regionale sulle attività produttive (Irap) nella misura dello 0,15% e dell'addizionale regionale all'Irpef nella misura dello 0,30%, rispetto al livello delle aliquote vigenti. Nel comunicato l'Agenzia delle Entrate spiega che "la maggiorazione avrà effetto sull'acconto dell'Irap da effettuare a novembre 2010 che dovrà essere determinato con il metodo storico, assumendo quale imposta del periodo precedente, quella che si sarebbe determinata applicando l'aliquota d'imposta maggiorata dello 0,15%; con il metodo previsionale, assumendo come imposta di riferimento quella determinata applicando al volume della produzione previsto l'aliquota d'imposta maggiorata dello 0,15%.

 

Dall'importo dovuto su base annuale, calcolato con queste modalità - prosegue la nota - andrà sottratto quanto versato in occasione del primo acconto sul quale la maggiorazione non era applicabile. Per quanto riguarda l'incremento dello 0,30% dell'addizionale regionale Irpef, l'Agenzia delle Entrate precisa che lo stesso produce effetti a regime a partire dal 2011. Per questo motivo, nel 2010 sono interessati dall'aumento solo i lavoratori dipendenti che cessano il rapporto di lavoro in corso d'anno e per i quali i datori di lavoro trattengono in sede di conguaglio l'importo dell'addizionale regionale 2010, applicando l'aliquota maggiorata dell'1,70, e quello delle rate residue dell'addizionale regionale 2009, alle quali si applica la previgente aliquota dell'1,40.
TREMONTI - Il Ministro punta il dito sulla "cialtroneria e l'irresponsabilità" di chi, al Sud, "prende i soldi e non li spende", e quindi invita a non puntare il dito "su governi nazionali di destra o sinistra e sull'Europa". Parlando all'assemblea Coldiretti, Tremonti ha ricordato come del programma di fondi comunitari 2007-2013 che prevedeva 44 miliardi ne sono stati spesi solo 3,6 miliardi. "Non si può continuare con questa gente che non sa fare servizio pubblico per i cittadini", ha aggiunto Tremonti. 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna