• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Dom09152019

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Politica Tutte le Notizie Campania Isochimica. D'Amelio: si rischia una catastrofe ambientale

Isochimica. D'Amelio: si rischia una catastrofe ambientale

rosa d amelio

Avellino – La quesione dell'Isochimica è stata discussa questa mattina in una rionuone in Prefettura ad Avellino. «La bonifica del sito dell'ex Isochimica di Avellino e la tutela sanitaria e giuridica dei suoi lavoratori continuano ad essere ostacolati dalla complessità giuridica della vicenda - dice Rosetta D'Amelio, consigliere Regionale del PD stamattina durante la riunione in Prefettura - ma anche da un mancato coordinamento istituzionale che fin qui si è palesato. Oggi con questo "tavolo unico permanente" , fortemente voluto dal Presidente Amato

e non solo, che abbiamo 'inaugurato' nella sede della Prefettura di Avellino, intendiamo fare dei passi importanti; ciò è possibile solo con la sinergia tra tutte le parti fin qui coinvolte, Regione, Comune,Provincia, ASL, INAIL, ASI, curatela fallimentare, sindacati, coordinamenti di lavoratori e abitanti dell'area. Al di là delle vicende giudiziarie – ha aggiunto - tutti sono chiamati ad assumere le proprie responsabilità e lo devono fare subito, perché qui si rischia da troppi anni una vera e propria catastrofe ambientale sulla quale è necessario intervenire individuando tutte le strade utili».

Contro chi, invece, ha cercato di dare delle colpe alla politica e ai politici attuali, la Consigliera PD, da sempre in prima linea in questa tortuosa vicenda, ha risposto: «Bisogna dire, innanzitutto, che grazie alla politica è stato ripreso un discorso che negli scorsi anni era stato messo da parte. Inoltre – ha replicato D'Amelio – grazie alla buona politica, siamo stati capaci di dare un segnale preciso di forte attenzione delle istituzioni tutte, nonché di riportare in evidenza, in una sede importante come quella prefettizia, la drammaticità della situazione, l'improcrastinabilità degli interventi e la necessità di controlli costanti nel tempo. Per questo la battaglia va avanti, sperando che da adesso in poi si vada tutti nella stessa direzione».

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna