• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Dom06252017

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Politica Tutte le Notizie Internazionale POLITICHE UE. GLI AGRICOLTORI TIRANO PER LA GIACCA I CAPI DI STATO

POLITICHE UE. GLI AGRICOLTORI TIRANO PER LA GIACCA I CAPI DI STATO

capi_ue_185x115
BRUXELLES - In una lettera inviata ai capi di stato e di governo di oggi, il Copa-Cogeca ha chiesto all'UE di mantenere i livelli attuali di spesa, avvertendo che ulteriori tagli metteranno a rischio la sicurezza alimentare e la crescita dell'occupazione nelle zone rurali dell'UE, definita "cruciale" per l'attuale crisi economica. La mossa arriva davanti a capi di stato e di governo alla vigilia della decisione sul futuro bilancio dell'UE 2014-20 (QFP) che si chiude il 7 e 8 febbraio. Nella lettera, il Presidente del Copa Gerd Sonnleitner e il presidente della Cogeca Christian Pees hanno

sottolineato che "la decisione avrà un impatto determinante sulla capacità dell'Unione europea di garantire la sicurezza alimentare, la stabilità e la sostenibilità. Vi invitiamo a tenere conto delle nostre preoccupazioni. Siamo convinti che, grazie alla politica agricola comune (PAC), l'agricoltura è stata una forza estremamente importante di stabilizzazione durante le recenti difficoltà economiche, fornendo sicurezza delle forniture di cibo a prezzi ragionevoli per i consumatori in un momento in cui è aumentata la volatilità del mercato mondiale. Il settore agricolo costituisce la principale fonte di occupazione - secondo Eurostat 26.000.000 persone lavorano nelle aziende agricole nell'Unione europea. Inoltre, dal 2009, l'Unione europea è passata da essere un importatore netto di prodotti alimentari ad essere un esportatore netto di prodotti alimentari ed ora è il quinto settore più grande in termini di esportazioni".  

"Il fatto che il settore agricolo dell'UE ha migliorato la sua posizione concorrenziale è in gran parte grazie agli agricoltori e alle loro cooperative - hanno continuato -. Negli ultimi 15 anni gli aumenti dei costi agricoli hanno di gran lunga superato i prezzi che gli agricoltori ricevono per i loro prodotti. Di conseguenza, i redditi degli agricoltori hanno sofferto e, in media, sono meno della metà del livello di utili in altri settori. E 'chiaro che senza il sostegno agli agricoltori nell'ambito della PAC, ci sarebbe un aumento molto significativo della disoccupazione nelle zone rurali e il settore agroalimentare nel suo complesso. Questi benefici sono stati raggiunti in cambio di un investimento molto piccolo - il costo della PAC è meno dell'1% del totale della spesa pubblica dei governi dell'UE ".

Concludendo hanno insistito sulla necessità di finanziare la PAC. "Di fronte alle sfide che si prevedono per gli agricoltori e le loro cooperative, avremo bisogno di PAC più che mai negli anni a venire. Il cambiamento climatico sta già causando condizioni eccezionali che generano l'aumento della volatilità dei prezzi. Pertanto vi invito a sostenere il mantenimento del bilancio della PAC nei vostri prossimi colloqui sul QFP. Una PAC forte, sostenuta da un bilancio forte, non solo garantisce la sicurezza alimentare ma anche l'occupazione. Con le riforme giuste, atte a rafforzare la posizione economica degli agricoltori e delle loro cooperative, permetterà anche al settore agro-alimentare di contribuire ulteriormente alla crescita sostenibile ".

Inoltre, il Copa-Cogeca avrà il 6 febbraio una riunione ad alto livello a Bruxelles con 400 agricoltori e rappresentanti di agro-cooperative per promuovere una PAC forte, con un buon bilancio alle spalle. Il Copa-Cogeca invia un messaggio chiaro ai capi di stato e di governo ai media e alle istituzioni dell'UE: gli agricoltori di tutta Europa sono uniti nella loro richiesta.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna