• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Sab08172019

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Speciali

Politica

IRISBUS. IDV: DOPO TERMINI IMERESE CHIUDE ANCHE VALLE UFITA. CONVOCARE FIAT

flumeri_irisbus_operai_cancelli_185x115ROMA - "Si è concluso da poco l'incontro al Ministero dello Sviluppo Economico, per discutere della vicenda Irisbus. La Fiat ha confermato di voler chiudere lo stabilimento di Avellino e quindi gli autobus, costruiti dal gruppo torinese, saranno prodotti in Francia e in Repubblica Ceca". Lo afferma in una nota il responsabile lavoro e welfare dell'IdV, Maurizio Zipponi, che aggiunge: "Dopo Termini Imerese, un altro stabilimento italiano di Fiat chiude definitivamente i battenti e altri seguiranno questo triste epilogo nel corso del 2012. L'Italia dei Valori chiede al governo di convocare i vertici Fiat,

IRISBUS. IVECO DISPOSTA A VENDERE ANCHE A FABBRICANTI DI AUTOBUS

flumeri_irisbus_impianto_185x115ROMA - Si è svolto presso il Ministero delle Infrastrutture e Sviluppo Economico un tavolo tecnico sul futuro dell'impianto della IRISBUS di Valle Ufita. C'erano i rappresentanti del Ministero quelli della Confindustria e quelli della IVECO. La società che fa capo alla FIAT ha confermato la sua volontà di chiudere l'insediamento ma ha anche dato la sua disponibilità a favorire una continuità industriale senza apporre veti circa eventuali investitori che volessero continuare la produzione di autobus. E' stata avviata un'azione concreta per valutare e ricercare nuove opportunità di investimento che

IRISBUS. RESISTENZA OPERAIA DIFENDE MISSIONE PRODUTTIVA DI VALLE UFITA

flumeri_irisbus_operai_cancelli_185x115FLUMERI (AV) - Nella giornata di oggi è stato diffuso un volantino a firma del "Comitato di resistenza Operaia". Ve lo proponiamo integralmente. "C'è il rischio in fabbrica di innescare una inutile e sanguinosa guerra tra "poveri", cioè una guerra tra chi ha più di 57 anni di età (circa 163) e chi ne ha meno (circa 500). Guerra che è espressione di una debole linea sindacale, già conosciuta con l'accordo dei defunti, linea che è incapace di unificare e che invece purtroppo riesce a sollecitare gli egoismi peggiori del genere umano. La Resistenza Operaia invita a riflettere su questi dati: in fabbrica si parla

IRISBUS. STABILIMENTO CHIUDE. RESISTENZA OPERAIA: E NOI?

flumeri_operai_irisbus1_185x115FLUMERI (AV) - Il dado è tratto: la "signorina Fiat" chiude lo stabilimento Irisbus di Valle Ufita con il consenso e l'accordo del sindacato, questa volta sì unito. Tutti a Roma a firmare, tutti insieme a gestire, Fiom, Fim, Uilm, Ugl metalmeccanici, Failms e Fismic: tutti insieme appassionatamente !!! Ed io ? E  noi ?. Noi che avevamo creduto che non tutti al mondo erano della stessa pasta ? Noi che avevamo pensato che, in questa disumana società, qualcuno ci avrebbe aiutato a credere ancora nel futuro? Noi che desideravamo solo giustizia per i lavoratori, sognando che qualcuno ci avrebbe dato

IRISBUS. AMSIA E FIAT LAVORANO AD UN ACCORDO PER LA CESSIONE

marco_pugliese_depuutato_FDS_185x115ROMA - "Nonostante i rallentamenti di natura burocratica subiti dalla trattativa avviata da Amsia Motors per l'acquisizione dello stabilimento Irisbus, nonché l'uscita di alcune indiscrezioni ipotizzanti la scarsa attendibilità dell'operazione, è confermata la volontà del gruppo Amsia di investire in Italia attraverso un programma denominato "Progetto Italia", che ha come primo obiettivo l'acquisizione proprio della Irisbus." Lo dice in una nota l'On. Marco Pugliese, Parlamentare di Forza del Sud, componente della VI Commissione finanze della Camera. "Tra l'altro – prosegue Pugliese – tecnici

IRISBUS. VERAMENTE NON C'E' NIENTE DA FARE?. LA LETTERA DELLA RADUAZZO

roma_operai_irisbus_185x115FLUMERI (AV) - Io non ci voglio credere...non posso. E' finito veramente tutto? Dopo mesi di battaglia dobbiamo anche essere contenti di come è andata. Intanto questa come centinaia di altre storie andrà nel dimenticatoio. Solo che questo non è un film, i protagonisti siamo noi. Sono allibita. Passerelle, parole, promesse, interviste... e adesso dove sono tutte quelle persone importanti? Nessuno singolarmente era in grado di far niente, ma la volontà delle persone giuste, poteva fare tanto. Io sono ancora confusa, ancora non ho capito cosa ci aspetta, forse è meglio così. Però una cosa l'ho capita, devo fare assolutamente

DE LUCA (PD): “COLLABORAZIONE DI MONTI PER RISOLVERE QUESTIONI IRISBUS E TARSU”

DE_LUCA_VINCENZO_SEN_1_185X115Vertenza Irisbus e Tarsu. Sono questi i due problemi prioritari da risolvere in Campania secondo il senatore del Pd Enzo De Luca che ieri mattina ha preso parte al convegno "Enti locali - oltre la logica dei tagli" tenutosi a Cervinara .«Ne avevo parlato già con il ministro Passera nel giorno dell'insediamento del nuovo Governo – ha detto De Luca - e, alla luce del cambio di marcia segnato dall'esecutivo Monti e dello spiraglio che si è aperto con l'accordo per il futuro degli operai di Termini Imerese, riproporrò all'attenzione dei

VALLE UFITA. NON SI PLACA LA PROTESTA DEI LAVORATORI DELLA IRISBUS

flumeri_irisbus_impianto_185x115FLUMERI (AV) - Al grido di "Resistiamo insieme. La forza dell'unità muove Mari(o) e Monti!" i lavoratori della Irisbus mercoledì 7 dicembre presidieranno, a Roma, il Ministero delle Attività Produttive ed il Ministero del Lavoro. La mobilitazione dei dipendenti di Valle Ufita è volta ad ottenere, da parte del Governo, l'attivazione del Piano Nazionale Bus e, quindi, la non chiusura dello stabilimento Irisbus, ma anche a modificare l'accordo firmato il 2 novembre in cassa integrazione per crisi aziendale e di settore in modo da salvaguardare la missione produttiva dell'Irisbus e la tutela di tutti i lavoratori nessuno escluso, né per età né per sesso.

IRISBUS. GLI OPERAI: NON CI LASCEREMO SEPPELLIRE VIVI

flumeri_operai_irisbus1_185x115FLUMERI (AV) - Dopo la firma a Confindustria di un "accordo" che decreta la chiusura incondizionata della IRISBUS Valle Ufita, e dopo le strampalate dichiarazioni di giustifica per tale accordo da parte di FIM-FIOM-UILM-FISMIC abbiamo la necessità di chiarire anche i fatti e il nostro pensiero non fosse altro che per onestà intellettuale e soprattutto per aver creduto in una lotta alla quale solo i Lavoratori avevano contribuito. Oggi su tutti i giornali il pensiero unico dei sindacati ha dimostrato a quale unità si riferivano in tutti gli appuntamenti pubblici di questi 120 giorni: l'unità contro i lavoratori.