• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Gio06042020

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Territori Tutte le Notizie Miscano Attualità CASALBORE. CAMPER PER IL PAPTEST. LE DONNE NON SONO INTERESSATE?

CASALBORE. CAMPER PER IL PAPTEST. LE DONNE NON SONO INTERESSATE?

casalbore_camper_medico_185X115
Casalbore (AV) – Le donne del Comune non sembrano essere interessate alla prevenzione del tumore dell'utero. Venerdì mattina il distretto sanitario di Ariano Irpino dell'ASL AV ha portato un camper medico nella piazza principale del Comune. Contemporaneamente sono state invitate per lettera 40 donne a sottoporsi al Pap – Test. Di queste solo 10 hanno risposto all'appello, cioè i 25%. "I dati sulla prevenzione sono impietosi – dice Antonio Tranfaglia di Cittadinanzattiva -. Al nord si sottopongono al test 65 donne su 100, al centro 40 ed al sud 25". Casalbore è in linea con i dati del resto

del sud ma questo è un dato decisamente esiguo ed insoddisfacente. "E' dal 2009 che chiediamo un ambulatorio medico a Casalbore per il Pap Test – continua Tranfaglia -. Adesso sono le donne a doverselo conquistare". Infatti, con l'arrivo di Armando Pirone al distretto di Ariano Irpino, la prevenzione ha iniziato a scendere in piazza, andando direttamente dai cittadini. Il camper medico è un banco di prova per stabilire quanto il servizio sia effettivamente richiesto dalla popolazione. Il Comune di Casalbore ha messo a disposizione dell'ASL degli ambienti per realizzare un ambulatorio fisso sia di ginecologia che di altre branche mediche. Va da sé che un servizio si giustifica se la gente lo utilizza. Con la prima prova di venerdì le donne di Casalbore non sembrano tanto interessate, vista la bassa risposta agli inviti. Eppure la prevenzione del tumore del cancro dell'utero è fondamentale. Il Pap test riesce a riconoscere il tumore del collo dell'utero anche quando non ci sono sintomi. Il test riconosce anche le lesioni che non sono ancora un tumore, ma potrebbero diventarlo. Questo permette di utilizzare terapie semplici, quasi sempre effettuate in ambulatorio, con maggiori probabilità di successo. Un tumore al collo dell'Utero preso in tempo garantisce una migliore qualità della vita della paziente ed anche un risparmio di spesa per il Servizio Sanitario. Il test è gratuito per tutte le donne con età compresa tra 24 e 64 anni e va ripetuto ogni tre anni. A Casalbore le donne che hanno diritto a sottoporsi al test sono circa 500. Per giovedì 15 novembre, nel pomeriggio, ne sono state invitate altre cento. Le altre saranno invitate per altre due date ancora da stabilire.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna