• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Ven02282020

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Territori Tutte le Notizie Miscano Attualità Montecalvo. Pizzillo: scelte difficili ma dovute

Montecalvo. Pizzillo: scelte difficili ma dovute

carlo_pizzillo1_185x15
Montecalvo Irpino (AV) - Pubblichiamo una lettera aperta del Sindaco Carlo Pizzillo ai cittadini. "Amministrare una comunità significa mettersi il servizio della stessa, nella sua interezza, avendo la coscienza di dover lavorare per migliorare lo status quo, anche dovendo fare scelte che nell'immediato sembrano penalizzare taluni. 

Certo mai un'amministrazione, in questa nostra Montecalvo, ha dovuto, e ribadisco, dovuto mettere in disponibilità dei dipendenti comunali; vi sono state, caso mai, amministrazioni che hanno fatto assunzioni e/o scelte nella funzioni dei dipendenti che hanno gravato in maniera negativa sui conti delle casse comunali tanto da contribuire a portarci al punto in cui siamo oggi. In questo clima si possono fare scelte diverse, da parte di chi è chiamato a svolgere un ruolo di responsabilità. Da parte nostra, sinora tutto quello che è stato fatto non è stato frutto di logiche clientelari o discriminatorie verso questo o quel dipendente, questo o quel cittadino. Tutto è stato funzionale al risparmio, all'equità e alla legalità. Nel merito della vicenda del personale, vediamo nel dettaglio i criteri che ci hanno guidato. Il nostro comune aveva una quantità esorbitante, rispetto a comuni della stessa grandezza, di dipendenti di livello D con funzione di dirigenti; quindi la scelta di tagliare in maniera significativa in questa fascia è legata al fatto di permettere di ottenere un maggior risparmio ( i dipendenti di questo livello sono anche quelli che guadagnano di più), e nello stesso tempo la maggior parte di essi hanno titoli di studio che dovrebbero metter loro in condizioni di essere ricollocati. Per gli altri livelli (B e C) sono stati utilizzati criteri che sono quelli previsti dalle norme (anzianità e carichi di famiglia). Il risultato è stato quindi il frutto non di scelte preordinate da parte degli amministratori, ma di un sistema di punteggi che hanno determinato una graduatoria. A conferma di ciò va detto che tra i dipendenti che sono andati in disponibilità ci sono taluni che ci hanno sostenuto con il loro consenso, e tra quelli che sono rimasti ci sono diversi che hanno votato per i nostri avversari politici. Questa è la dimostrazione che non c'è stata discrezionalità da parte di questa amministrazione.
Abbiamo vissuto tutte le scelte con il senso di responsabilità e con la coscienza di dovere sconvolgere la vita di taluni concittadini, in qualche caso, di care persone che in questi mesi abbiamo visto lavorare con dedizione, impegno, e serietà a cui va tutta la nostra riconoscenza. Qualche sconsiderato ritiene che tutto questo sia frutto di capriccio, di vendetta, di ritorsione; sono cose che non ci appartengono e che non fanno parte del nostro modo di agire e di essere. Chi si fa portatore di questo tipo di messaggio si assume la responsabilità di voler creare quel clima di contrapposizione all'interno della comunità che non contribuisce ad avviare alla normalità la vita stessa della nostra collettività. Montecalvo avrebbe bisogno di altro, ma riteniamo che, in questo senso, una opposizione arrogante, biliosa , diffamatoria e, sostanzialmente inutile alla crescita della comunità ed utile, forse al solito furbastro, non abbia assolutamente voglia di confrontarsi sul terreno del confronto civile e rispettoso dell'avversario politico, ma si sia predisposta alla pura speculazione politica, all'ingiuria diffamatoria di questi giorni che si regge sulla nulla e che è destinata a fallire come strategia di consenso e di crescita".

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna