• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Dom06252017

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Territori Tutte le Notizie Ufita Politica Vallesaccarda. Liberamente insieme attacca la maggioranza: sono divisi

Vallesaccarda. Liberamente insieme attacca la maggioranza: sono divisi

vallesaccarda - liberamente insieme logo

Vallesaccarda (AV) - "Anche l'approvazione del bilancio consuntivo di quest'anno del Comune di Vallesaccarda è cosa per pochi intimi. Infatti, oggi - in seconda convocazione, (la prima convocazione doveva tenersi il 30 aprile scorso alle ore 9.00 di mattina) il Consiglio Comunale, decimato nei suoi membri di maggioranza dai mal di pancia che si trascinano stancamente da oltre due anni - scrive il gruppo consiliare di minoranza -, ha approvato con la presenza di soli CINQUE Consiglieri Comunali su TREDICI il bilancio consuntivo, non c'è che

dire: una minoranza assoluta e grandissima prova di compattezza ed armonia della compagine di maggioranza. Non sappiamo se questo è da considerarsi l'ennesima prova di quanto sia stata fallimentare siffatta esperienza amministrativa oppure l'ennesima prova di dabbenaggine che contraddistingue la nostra maggioranza in Consiglio Comunale. Ormai la parola d'ordine è resistere, l'attività amministrativa si è ridotta ad una guerra di autologoramento o di trincea dove ognuno cerca di mettersi dietro all'atro e dove ognuno spera che il compagno a fianco soccomba per portargli via la razione K. In altri casi, siamo già di fronte ad un inizio di campagna elettorale (deleteria per la comunità) dove il Sindaco Pagliarulo Franco deve vedersela con un vice Sindaco agguerrito e orgogliosamente già candidato per capeggiare l'attuale maggioranza. L'usura cui volontariamente si è sottoposta la maggioranza nel corso di quattro anni di consiliatura ci da la misura di quanto il gruppo, già in partenza, era un cartello elettorale, sorretto dalla aritmetica e non dall'intesa amministrativa e programmatica. Lo sfaldamento è cominciato subito, infatti sull'approvazione del primo bilancio il Vice sindaco Cipriano ebbe ad astenersi, subito dopo il primo rimpasto della giunta che ha lasciato l'amaro in bocca a molti e che ha fatto perdere completamente la bussola al Sindaco e non solo, da un anno a questa parte i Consigli Comunali in prima convocazione sono una chimera perché manca sempre il numero legale, poi altro rimpasto di governo e si potrebbe andare avanti per ore a raccontare gli episodi che negativamente hanno contraddistinto l'azione di governo locale. Noi sapevamo in principio che sarebbe andata a finire così peccato per gli altri che erano fermamente convinti nel buon andamento di questa squadra, speriamo che la popolazione si possa ricredere, hanno illuso la cittadinanza senza sapere che, come diceva don Luigi Sturzo, il primo canone della politica è essere sincero e fuggire dall'infingimento; promettere poco e mantenere quel che si è promesso. Il Sindaco e la sua Giunta continua a promettere e a guardare al colore politico di appartenenza di una famiglia per capire se può o meno prestare la propria attenzione. Speriamo che questa maggioranza arrivi in porto nel più breve tempo possibile perché davvero Vallesaccarda non merita tutto questo. Giusto per dare qualche numero la spesa corrente in un anno è aumentata di ben oltre 180.000,00 €, la gestione di competenza evidenzia un pericoloso – 57.346,00 €, il costo del servizio rifiuti è passato da 80.000,00 € del 2009 a ben oltre i 150.000,00 € del 2012. Oltre a tutto ciò, si continuano a dare incarichi professionali senza pubblicarne gli affidamenti e programmare gli interventi, come ad esempio con delibera n.° 43 dello scorso 19 Marzo, la Giunta Comunale dopo aver ricordato le difficoltà finanziarie incontrate per lo scorso esercizio e per quello corrente, sulla base di quanto indicato da agenzie specializzate e in pubblicazioni specialistiche sulla verifica della corretta applicazione dell'IVA ai diversi servizi comunali, ha invitato il Responsabile del Servizio Finanziario (il Sindaco) di verificare la corretta applicazione dell'IVA ai diversi servizi comunali, con particolare riferimento alle gestioni immobiliari, al fine di ottenere risorse aggiuntive ed economie di spesa. A seguito del deliberato dell'organo esecutivo il nostro Sindaco ha ritenuto opportuno avvalersi di competenze professionali esterne all'amministrazione. Passati quasi 2 mesi dall'atto di Giunta, finalmente lo scorso 30 Aprile il Sindaco si decide di affidare l'incarico con determina n.° 19 "Affidamento incarico check-up fiscale riferito in particolare alle gestioni immobiliari" ad una favolosa e specializzata società Toscana denominata "Centro Studi Enti Locali Srl". Come di consueto anche questa volta ha agito in modo autonomo (da vero leader) visto che il gioco lo dirige sempre lui, che è abituato a chiedere il parere dei suoi avversari solo su decisioni insignificanti (deliberare in seconda convocazione, verificare se l'acqua è bagnata, se l'asino vola e quant'altro). Il compenso per l'incarico che prevede il Check-up IVA e l'assistenza informativa è determinato nella misura del 23% oltre IVA dell'importo che il Comune dovrà recuperare, stimato in circa € 30.000,00. Considerando che la matematica non è un'opinione facendo una semplice sottrazione risulterà che il Comune a fronte di un incasso di € 30.000,00 dovrà sostenere una spesa di € 8.349,00. Tale incarico secondo noi e secondo il responsabile economico del gruppo politico LIBERAMENTE INSIEME PER UNIRE, il dott. Massimo Capodilupo poteva essere tranquillamente svolto con le competenze professionali interne all'ente (valorizzandole). La minoranza consiliare, in questi anni si è sempre mossa con la speranza che attraverso l'interesse comune (e non di pochi), lo spirito critico, i continui stimoli e proposte, il nostro Comune e la Governance inizi a percorrere la strada del controllo, del rigore, del rispetto di una comunità e della crescita comune".

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna