Cronaca

  • Cultura,  Persone

    Benito Caruso artista del legno

    Francesco Cardinale

    Benito Caruso, pittore e scultore nato a Montecalvo Irpino nel 1943, è stato un artista del legno di cui, probabilmente, la considerazione nella comunità in cui ha operato non ha avuto riscontro pari alla sua arte. Allo stesso modo, non si può dire che la stampa locale abbia dedicato un adeguato spazio alla sua opera.

    Benché abbia frequentato un corso di grafica e pittura, può essere considerato un autodidatta. Le sue opere sono nate grazie a un’innata indole creativa. Ha ottenuto premi e riconoscimenti di rilievo, fra cui l’Oscar dell’Arte del ’95, i titoli di Cavaliere dell’Arte e Magister Artis.

    E’ stato recensito da numerosi critici su giornali, riviste e volumi d’arte. Egli amplia il suo gesto creativo formulando sculture di chiara dizione sociale e, con garbo, sottolinea la sua frase sull’amore universale M. Belgiovine. Il pittore Caruso riesce a comporre una delicata allegoria fatta di simboli ma anche di un cromatismo teso a valorizzarlo […] R. Biancalani. […] Dall’amore per le cose del creato cosi come Dio le ha fatte, scaturisce questo suo canto d’amore verso creature considerate nella loro funzione essenziale di essere viventi, sia che appartengono al regno animale , sia che appartengono al regno vegetale […] C. Nastro

    Benito Caruso è venuto a mancare  il 19 novembre 2019 .

     

  • Attualità,  Cronaca

    Farmacia dei servizi

    [Ed. 06/03/2024] Parte la sperimentazione della “Farmacia dei servizi”. Incontro tra Soresa e Federfarma
    Avviata anche in Campania la sperimentazione della “Farmacia dei Servizi” che nel sistema nazionale di tutela della salute, come dimostrato nella fase emergenziale del Covid, può offrire oltre alla erogazione dei farmaci, servizi più ampi di front office e di analisi di prima istanza per i pazienti. Il percorso è stato messo a punto nel corso della riunione tra i vertici della Soresa, il presidente di Federfarma Campania, Mario Flovilla e i presidenti provinciali dei titolari di farmacia. Dal prossimo quattro marzo si parte con la riconciliazione della terapia farmacologica, in particolare per patologie come l’ipertensione, il diabete e l’asma. Da aprile sarà la volta degli screening oncologici per colon retto, utero, mammella. Dal primo luglio sarà possibile utilizzare la telecardiologia all’interno delle farmacie. Soddisfatto il presidente Flovilla: “Alla luce degli ultimi interventi normativi, siamo pronti a rendere stabili e definitivi alcuni servizi fondamentali per i cittadini e per rendere più efficiente il nostro sistema sanitario con l’intento di contribuire ad abbattere le liste di attesa”. [Nativo]

    Rino Genovese

  • Cronaca,  Viabilità

    La rotatoria di largo Croce

    [Edito 10/07/2013] Montecalvo Irpino AV – A Montecalvo Irpino la rotatoria di largo Croce, dopo un anno di sperimentazione, si appresta a diventare definitiva. La giunta comunale, guidata dal sindaco Carlo Pizzillo, ha deliberato lo stanziamento di circa trentamila euro per sostituire i separatori stradali in plastica riempiti di acqua con i manufatti in cemento. Sono previsti anche alcuni interventi per canalizzare la circolazione veicolare. [Nativo]

    Redazione

  • Ambiente,  Cronaca

    Progetto verde 2013: Compostaggio domestico

    [Edito 26/07/2013] Montecalvo Irpino AV – E’ partito anche a Montecalvo Irpino il progetto di Irpiniambiente per il compostaggio domestico.
    I residenti in area urbana alla cui abitazione è annessa un’area verde possono far richiesta, anche se in ritardo sulla data fissata del 23 luglio 2013, della compostiera per produrre compost domestico attraverso l’utilizzo della frazione umida e vegetale.
    E’ sufficiente recarsi presso il Comune e compilare una semplice richiesta; la compostiera con le apposite istruzioni saranno consegnati agli utenti dal personale dell’Ente gratuitamente. Con questa iniziativa ci si propone di ridurre le percentuali di rifiuti che vanno in discarica e quindi ad incrementare la produzione di compost domestico, mediante l’utilizzo di compostiere.
    Il compostaggio domestico è un processo naturale che consente di trasformare la sostanza organica presente nei nostri rifiuti organici della cucina e dell’orto o giardino (circa un terzo dei rifiuti prodotti da ciascuno di noi è rappresentato da rifiuti organici) in compost, ovvero in un prodotto utile per fertilizzare la terra.

    A differenza dei normali processi di decomposizione naturale, il compostaggio domestico avviene in tempi brevi perchè favorito dal sistema di raccolta e da opportuni accorgimenti nello stoccaggio dei prodotti immessi. Esso consente quindi non solo di ridurre la quantità dei rifiuti avviati a smaltimento in discarica o inceneritore ma anche di ottenere un ottimo fertilizzante ecologico (compost) per il giardino o orto. Nel processo di compostaggio la sostanza organica viene aggredita da una miriade di organismi viventi che in varie fasi e in presenza di ossigeno la decompongono e la mineralizzano, ritrasformandola in vapore acqueo, anidride carbonica e sali minerali che in parte la convertono in eccellente humus. Dopo alcuni mesi, circa 5 d‛estate e 7 d‛inverno, il compost è pronto.Un compost maturo si riconosce dal colore scuro, dall‛aspetto soffice e di consistenza più asciutta al tatto. Per ulteriori chiarimenti rivolgersi al : Comune di Montecalvo Irpino. [Nativo]

    Redazione

  • Commiati,  Persone

    L’ing. Tonino De Cristofaro non e’ piu’ tra noi

    [Edito 14/09/2013] Questa mattina è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari e dell’intera comunità montecalvese l’ing. Antonio De Cristofaro, per gli amici Tonino di Argentina. Era benvoluto da tutti e tutti ne apprezzavano l’educazione e la disponibilità sia professionale che umana. Era professore di matematica e costruzioni presso l’Istituto tecnico di Ariano Irpino e tutti gli studenti lo apprezzavano e lo stimavano. Si era ammalato sei anni fa e per le cure a cui si è dovuto sottoporre è stato costretto ad assentarsi dal lavoro per qualche tempo, ma ha tenuto i suoi studenti sempre in un angolo del suo cuore. Ultimamente proprio un gruppo dei suoi allievi ha voluto festeggiarlo e incoraggiarlo a continuare a combattere la malattia che lo aveva colpito. Erano raggianti tutti quella sera e ancor più il prof. Tonino. che trovava nell’affetto della sua famiglia, del suo nipotino e dei suoi cari allievi l’energia per continuare a lottare e a credere nelle cure a cui periodicamente doveva sottoporsi.

    Ha esercitato per molti anni anche la professione di ingegnere con competenza e professionalità, che ultimamente, però, aveva dovuto abbandonare. Lascia un vuoto incolmabile nella sua famiglia e nella comunità. Alla moglie Annamaria, ai figli Maria Gabriella e Giovanni con la moglie Attilia e il piccolo Antonio vanno le più sentite condoglianze di tutta la redazione di Telemontecalvo e de L’informatore del Miscano. I funerali si svolgeranno domani 15 settembre presso la chiesa del Carmine alle ore 11. [Nativo]

    Readazione

    [Crediti│Testo: Tele Montecalvo]

  • Cronaca

    Montecalvo, trasporto alunni meno caro?

    Redazione

    [Ed. 26/09/2013] Montecalvo Irpino AV – Ridurre il costo dell’abbonamento scolastico annuale per i trasporti. E’ questa la richiesta avanzata dal gruppo Indipendente che è all’opposizione in Consiglio comunale.
    Una lettera aperta dei consiglieri del gruppo al sindaco di Montecalvo, Carlo Pizzillo in cui chiedono appunto di attuare la riduzione. «Egregio sindaco, ti scriviamo perchè ci preme darti un consiglio: in tempo di crisi economica, quando le difficoltà sono così palesi da leggersi negli occhi delle famiglie, dei nostri concittadini, si rende necessaria da parte tua un’azione che contrasti i disagi di quei genitori che, a fatica, raggiungono la fine del mese. Pertanto, ti invitiamo – scrivono ancora i consiglieri del gruppo Indipendente -, a fronte della buona notizia relativa l’appalto per il servizio scuolabus vinto grazie ad un ribasso di circa il 30%, di perseverare su questa linea. Attuando una pari riduzione (dunque del 30%), sul costo dell’abbonamento scolastico annuale».

    Una richiesta che va nel senso della volontà di dare aiuti alle famiglie già colpite dalla crisi economica più generale ma anche dalle difficoltà locali. «Si tratterebbe – continuano gli indipendenti – di una misura applicata per andare incontro a tutti quei genitori che, a causa del dissesto finanziario del nostro Comune, sono stati costretti a sostenere una spesa elevata per poter mandare i propri figli a scuola». Una posizione condivisibile dunque quella del gruppo Indipendente che ora attende la risposta del sindaco, al quale viene riconosciuto «buon senso». [Nativo]
    [Crediti│Testo: Corriere dell'Irpinia]

  • Commiati,  Persone

    Addio a Giuseppe Camerlengo

    Redazione

    [Edito 00/10/2013] Il dottore Camerlengo era molto noto in paese in quanto è stato il medico di famiglia di tanti Montecalvesi nel corso della sua lunghissima carriera esercitata con impegno e professionalità. Ha partecipato attivamente anche alla vita politica ed è stato consigliere comunale negli anni ottanta. Lascia la figlia Lucia e la moglie AnnaMaria, alle quali esprimiamo il più sentito cordoglio a nome di tutta la redazione di Telemontecalvo e de “L’informatore del Miscano”. [Nativo]

  • Approfondimenti,  Cronaca,  Viabilità

    Stazione ferroviaria: una vera Via Crucis

    Redazione

    [Edito 27/08/2014] Già nel lontano 1913 Padre Bernardino  Santosuosso, nel suo libro Pagine di Storia Civile, scriveva:  “alcune modeste aspirazioni dei cittadini di Montecalvo  per mettere, veramente, il nostro paese su la via del progresso. Aspirazioni, che sono già in realtà per le più umili borgate che non hanno una storia e che per noi oggi sono un pio desiderio – ma che sarebbero urgenti, per far sparire il nostro isolamento ed, insiememente, si praticherebbe un commercio utile ed altro”.
    Dopo un secolo niente è cambiato, anzi , cose che avevano acquisite con grandi lotte e mobilitazioni popolari ci sono state tolte a discapito dell’esigenza di un progresso eco sostenibile.
    Una  linea ferrovia che collegasse il mar Tirreno con il mar Adriatico ed in particolare Napoli con la provincia di Foggia era già stata disegnata nel 1836, ma tra questa ipotesi e la realizzazione della linea trascorsero alcuni decenni: infatti, le diverse questioni che sorsero attorno al progetto della linea riguardavano non il collegamento ferroviario in sé, quanto il percorso che esso avrebbe dovuto seguire.

    Le diatribe nacquero nel dover decidere quali centri sarebbero stati toccati dalla nuova linea, oltre alle solite considerazioni di carattere tecnico ed economico e agli interessi della stessa Società per le Strade ferrate meridionali che era la concessionaria per la costruzione della linea. E così si optò per l’attuale linea e vennero isitituite le stazioni Ariano Irpino, Montecalvo – Buonalbergo – Casalbore. Si tentava di avviare lentamente un tentativo di sviluppo per le zone delle aree interne con un servizio ferroviario che unendo Napoli a Foggia offrisse nuovi spunti di progresso per gli abitanti della Valle del Miscano. Nel 2013, un secolo dopo l’auspicio di Padre Bernardino Santosuosso  si torna indietro.

  • Attività Commerciali,  Cronaca

    Il mercato spostato al Rione Fano

    Redazione

    [Ed. 15/03/2015] Montecalvo Irpino AV – La notizia è oramai ufficiale. La giunta comunale ha deciso con propria deliberazione n°14 del 25/02/2015 di spostare il mercato settimanale del mercoledì presso l’area destinata a parcheggio di Rione Fano (ex casette asismiche) la decisione era nell’area già da diverso tempo.
    Lo spostamento del mercato si è reso opportuno perché “nel corso del tempo, a causa degli spazi ristretti ha subito una notevole contrazione sia per la scarsa presenza di operatori commerciali sia per la scarsa presenza di cittadini-utenti-consumatori, e considerato anche che a causa dell’inizio dei lavori di riqualificazione interna al centro storico, Corso Umberto I, risulta chiuso al traffico creando notevoli disagi alle attività mercatili.
    Considerando inoltre che sul territorio comunale, a seguito dei lavori di abbattimento di alcune casette asimiche al Rione Fano e spazi antestanti e laterali la Chiesa di San Bartolomeo, si è creata un area capiente ed atta allo scopo per un eventuale spostamento provvisorio dell’area mercatale si delibera che il mercato settimale del mercoledì abbia luogo provvissoriamente, eccezionalmente ed in via sperimentale nell’area di Rione Fano e zone limitrofe”.

    Questo il sunto della deliberazione comunale. C’è da rilevare che non è la prima volta che il mercato settimanale salga agli onori della cronaca.Tempo addietro fu presa anche la decisione di spostarlo dal mercoledì al Sabato, ma ebbe poca fortuna per l’opposizione di ambulanti e commercianti di Via Roma che in quel modo vedevano dimezzati i propri incassi. Il tutto durò pochi mesi poi si è ritornati alla normalità. La prima delibera che si occupa del mercato settimanale risale al 23 novembre 1863, seguito dal decreto prefettizio del 31 Maggio 1864 con il quale si concede al Comune di Montecalvo Irpino il trasferimento del mercato settimanale che si celebra nel giorno di Sabato. La dislocazione attuale invece fa riferimento alla delibera del consiglio comunale n°9 del 01/09/1946 che istituiva in questo comune e nel centro abitato il mercato fisso ambulante ogni mercoledì, con ubicazione tra Via Roma, Piazza Carmine e zone limitrofe. Qualcuno già teme che pur essendo una decisione provvisoria potrebbe con l’andar del tempo diventare definitiva. A lamentarsi ed essere critici sono soprattutto i titolari di attività a posto fisso dislocate lungo la strada di Via Roma fino a Piazza Carmine che temono una contrazione della loro attività essendo fuori dal percorso mercatile ed un conseguente calo delle vendite. Va ricordato che comunque anche se il mercato settimanale soffre di una certa crisi fisiologica, il mercoledì resta sempre il giorno in cui gli abitanti montecalvesi sia del centro e in maggior modo quelli delle campagne arrivano in paese per sbrigare le proprie faccende tra esse anche il mercato. Ma dalla casa comunale assicurano la temporaneità e la sperimentazione della decisione e di ciò che essa comporta, sottolineando la necessità di non porre problemi ai lavori di riqualificazione di Corso Umberto I, opera anch’essa voluta fortemente dalle ultime amministrazioni. Ma si spera anche che il mercato settimale prenda nuovo slancio e vigore cercando di uscire da un ambiente atipico e ridotto negli ultimi anni ad un piccolo mercatino rionale, causa la crisi e il continuo spopolamento del paese, un mercato che torni a vedere la presenza di gente dei paesi limitrofi solcare le nostre strade. [Nativo]
    [Crediti│Testo: L'informatore del Miscano]

  • Cronaca

    Tentata rapina in centro

    [Edito 27/06/2015] Montecalvo Irpino AV – I Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino, dando corso al consolidato servizio coordinato predisposto dal superiore Comando Provinciale di Avellino teso a contrastare i reati contro il patrimonio, sono riusciti prontamente ad intervenire ed individuare l’autore di una tentata rapina in un locale esercizio commerciale.
    I fatti in particolare si sono verificati ieri alle 21.40 in Montecalvo Irpino quando un individuo, con volto travisato ed armato di taglierino, si introduceva in una tabaccheria del luogo approfittando che il proprietario, solo, era intento ad effettuare le operazioni di chiusa cassa giornaliera.
    Il malvivente immediatamente si scagliava contro il commerciante con il chiaro intento di intimorirlo per farsi consegnare il denaro in cassa, ma, l’immediata reazione della vittima, lo frastornava facendolo desistere dal suo intento criminoso e fuggire.

    Il tempestivo intervento dei Carabinieri della locale Stazione e della Compagnia di Ariano Irpino permetteva di avviare le ricerche del reo, datosi a precipitosa fuga nell’impossibilità di portare a compimento l’illecito proposito. Le serrate attività condotte dai militari dispiegati in campo conducevano nella mattinata odierna al rintraccio dell’autore dei fatti: un giovane di un comune limitrofo. L’uomo, in base agli elementi raccolti a suo carico, sarà deferito alla competente Autorità Giudiziaria Beneventana in stato di libertà con l’accusa di tentata rapina. [Nativo]